X
X
X
X
X
X

Tutti i progetti

Commerciali

Centri direzionali

Musei

Green

Contract

X

Prodotto

Anno

Materiali

X

Home / FAQ

Domande frequenti
sui pavimenti sopraelevati

Per accedere al materiale tecnico, accedi o registrati all’area riservata.

Un pavimento sopraelevato è un sistema di pavimentazione modulare composto da pannelli rimovibili supportati da una struttura in acciaio galvanizzato. Questo tipo di pavimento consente di creare uno spazio vuoto sotto la superficie di calpestio, fornendo un’area per l’alloggiamento di cablaggi, tubazioni, impianti elettrici ed altri.

Tra i principali vantaggi dei pavimenti sopraelevati troviamo la rapidità d’installazione grazie alla posa a secco (senza uso di massetto), la flessibilità nella gestione degli impianti, la facilità di accesso e manutenzione dei cavi e dei servizi sottostanti, la possibilità di riorganizzare lo spazio interno in modo rapido ed flessibile.

L’estetica di un pavimento sopraelevato è uno degli aspetti più versatili, dove si può scegliere tra tantissimi materiali e cromie. Sono infatti disponibili rivestimenti di qualsiasi tipologia, dai tessili ai resilienti alla ceramica, pietra o legno naturale. (vedi sezione finiture)

Nesite inoltre è particolarmente attiva nella ricerca di nuove soluzioni, percorso che ha portato a creazione di sistemi esclusivi come:

• il pavimento a led JUNO,

• il sistema di piante a pavimento Floora,

• il pavimento con finitura in resina 4.0

• il pavimento con finitura in sughero naturale.

I pavimenti sopraelevati possono essere impiegati in numerose tipologie di progetti come centri direzionali e commerciali, musei, data center, ospedali, hotel, aeroporti ecc. Sono dunque particolarmente adatti per gli ambienti che richiedono una gestione efficace dei cavi e delle infrastrutture tecniche, nonché per quegli spazi che richiedono una flessibilità nel layout e nella configurazione.

I pavimenti sopraelevati sono un sistema immediato e non invasivo, in quanto non vengono eseguite opere edili di alcun tipo. Vengono quindi utilizzati nelle opere di riqualificazione e/o ristrutturazione di edifici storici, in quanto permettono di efficientare l’ambiente, conservando intatto il patrimonio architettonico.

Il pavimento sopraelevato inoltre, nella versione in vetro, può essere utilizzato per proteggere e valorizzare elementi di interesse presenti al livello del pavimento come reperti storici o mosaici (esempio progetto Palazzo Bonaparte).

Certamente, il fondo irregolare è una prerogativa presente nella maggior parte dei progetti di ristrutturazione. L’installazione dei pavimenti sopraelevati, in ogni caso, deve essere eseguito da professionisti esperti sia per la buona riuscita in termini di planarità sia per questioni di sicurezza.

Emblematica in tal senso è la posa per il progetto Leopoldine, eseguita su un piano d’appoggio estremamente sconnesso.

Il pavimento sopraelevato può essere progettato in versione antisismica, che prevede l’integrazione di un sistema di controventatura tramite tiranti al livello della struttura.

La configurazione antisismica dei pavimenti sopraelevati fa parte del servizio di consulenza Nesite da molti anni, con progetti emblematici in tal senso come il Centro Civico Cristchurch in Nuova Zelanda e il Louvre di Abu Dhabi.

Il pavimento sopraelevato antisismico Nesite è stato inoltre utilizzato durante il test di lancio del sistema di simulazione sismica 9D LAB di Eucentre. Ne parliamo in questo articolo.

I pavimenti sopraelevato sono soluzioni tecniche appositamente progettate in base alle esigenze di carico di ogni progetto. Sono infatti disponibili diverse tipologie di strutture e pannelli di vario spessore, al fine di garantire un supporto idoneo, anche in caso di pesi molto elevati come nel caso dei data center.

Certo, infatti nella gamma prodotti Nesite è presente il pavimento radiante Diffuse. Si tratta di sistema di riscaldamento a pavimento ad elevata efficienza energetica, che offre tutti i vantaggi del pavimento sopraelevato come la posa a secco e la completa accessibilità al plenum sottopavimento.

Le altezze dei pavimenti sopraelevati vanno da un minimo di 5 cm (piano finito) fino a superare i 150 cm.

Non sono richieste particolari accortezze nella pulizia dei pavimenti sopraelevati. Viene comunque fornita una scheda di manutenzione specifica per ogni tipo di pannello e finitura, al fine di preservare le caratteristiche estetiche nel tempo.

Design. Develop. Done. by Megiston - Agenzia web e digital marketing a Padova e VicenzaMegiston
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Acquisizione pavimenti sopraelevati Uniflair

Nesite acquisisce il ramo pavimenti Uniflair

Condividiamo con entusiasmo la conclusione dell’iter di acquisizione del ramo pavimenti Uniflair ceduto dal Gruppo Schneider Electric, un accordo costruito perseguendo l’obiettivo comune di preservare un’eccellenza italiana del nostro settore, garantendo la continuità del business a tutela di lavoratori, fornitori, committenti.