Bassi Business Park, haute couture in tessuto urbano

Green Buildings

Palazzo della Regione, Torre Unicredit, Bosco Verticale. È il quadro d’avanguardia architettonica a fare da sfondo ad uno dei maggiori interventi di ricucitura urbana in atto a Milano, BASSI BUSINESS PARK.

Il progetto, che prevede la riqualifica totale degli edifici anni ’70 tra via Ugo Bassi, Guglielmo Pepe, Cola Montano e Piazza Fidia, porterà al recupero di oltre 70.000 mq di area costruita entro 2023.

Riproduci video

Il progetto Bassi Business Park

Se molte delle opere realizzate per il Progetto Porta Nuova “puntano in alto”, Bassi Business Park sceglie di non distaccarsi dall’ambiente circostante e mantiene lo sviluppo orizzontale del progetto originario. Il nuovo complesso, progettato dallo Studio OBR per Generali Real Estate, sarà sinonimo di inclusività e interconnessione.

A dare il via ai lavori una complessa analisi strutturale del sito, che si è conclusa con il trattamento superficiale dei volumi preesistenti, indispensabile per risanare, isolare, proteggere i pannelli e le costolature prefabbricate.

Il nuovo complesso sarà caratterizzato da ampie superfici vetrate a piena altezza, integrate da un sistema di brise-soleil dalla particolare gamma cromatica, di oltre 40 sfumature.

La scelta progettuale, in questo caso, ha il duplice intento di cambiare radicalmente l’estetica degli edifici, creando al contempo uno spazio ad alta efficienza energetica, con certificazione Leed Gold.

 

Bassi Business Park

render facciate © studio OBR

Completamente ripensato anche il layout degli interni, che riporta i canoni di uno spazio di lavoro moderno e tecnologico. Per ciascun edificio sono stati studiati allestimenti e arredamenti personalizzati, con ambienti per il lavoro in team, spazi di socializzazione, aree break e terrazze panoramiche.

Prioritario nel progetto, inoltre, l’innesto con l’area esterna, per il quale è prevista la riqualifica degli spazi verdi circostanti, ridisegnati da Openfabric. 

Bassi Business Park, i pavimenti sopraelevati nell’architettura moderna

Il progetto Bassi Business Park rappresenta innanzitutto un altro importante manifesto, che testimonia l’evoluzione dei pavimenti sopraelevati Nesite, perfettamente compatibili con i canoni estetici e funzionali della progettazione attuale, anche in caso di edifici LEED.

Bassi Business Park, quindi, ci coinvolge non solo nella realizzazione di un edificio di nuova concezione, ma anche con alti standard in termini di efficienza energetica, comfort ed estetica. Nel caso specifico, saranno posati oltre 14.000 mq di pavimenti sopraelevati certificati Indoor Air Comfort Gold, conformi ai parametri di salubrità richiesti dal progetto. 

Posa pavimenti sopraelevati

Inizio posa pavimento sopraelevato

Trattandosi comunque di un intervento di recupero, ci siamo dovuti confrontare con un piano d’appoggio irregolare, rispettando al contempo un’altezza ridotta del piano finito, di soli 14 cm. Tuttavia, la struttura portante è stata opportunamente integrata da pad acustici, per arginare la possibilità di eventuali rumori da calpestio.

Il sistema è stato completato da pannelli in truciolare con protezione in alluminio, per consentire la scelta della finitura in un secondo momento, su preferenza dell’utente finale. Nella hall principale, invece, è stata fornita una soluzione con rivestimento in ceramica.

La fine dei lavori è prevista per novembre 2021.