X
X
X
X
X

Tutti i progetti

Commerciale

Centri direzionali

Musei

Green

Contract

X

Prodotto

Anno

Materiali

X

Home / News / Prodotto / Most to least viewed, il pavimento sopraelevato Monumento Connettivo di Eva & Franco Mattes

Il riferimento è quello all’utopia del Monumento Continuo di Superstudio, che ipotizzava immense strutture reticolate sviluppate lungo i meridiani terrestri, fino ad espandersi in una Supersuperficie globale. Con Most to least viewed di Eva e Franco Mattes, il nostro pavimento sopraelevato diventa metafora dell’infrastruttura della connessione (Monumento Connettivo) nell’architettura della rete, dove l’arte è fatta di dati ed identità di protagonisti più o meno consapevoli: noi.


Eva & franco mattes

Inizialmente noti come 0100101110101101.org, Eva e Franco Mattes sono rappresentanti di punta della Net Art, tra i primi ad usare Internet come strumento per fare arte, spesso provocatoria. I loro progetti nascono da un’abile capacità manipolatoria dei media, a dimostrazione che chiunque possa farlo e quindi trarci nell’inganno. Oggi, l’attenzione degli artisti è rivolta particolarmente alla manipolazione dell’informazione nel mondo dei social media, dove giocano con la dimensione analogico-digitale e tutto ciò che a noi risulta invisibile, facendoci riflettere sull’infinito mondo dei dati che ogni giorno doniamo ai server.

Most lo least viewed © Exhibition by Eva & Franco Mattes – Photo by Melania Dalle Grave e Agnese Bedini, DSL Studio

Most to least viewed

Una mostra che riflette la volontà dell’algoritmo, dove i lavori proposti si estendono in sequenza nella Sala Grande del Palazzo Margherita a Modena secondo l’ordine suggerito dal titolo della mostra (“dal più visto al meno visto”), che rispecchia il numero di visualizzazioni ricevute sulle pagine social degli artisti negli ultimi dodici mesi.

Most lo least viewed © Exhibition by Eva & Franco Mattes – Photo by Melania Dalle Grave e Agnese Bedini, DSL Studio

L’esibizione si dirama su tutta la piattaforma sopraelevata che, oltre a richiamare la pavimentazione utilizzata nei data center, ricrea fisicamente la timeline di un social media.

La passerella diventa un non-luogo dove le opere sono allineate in base ai like ricevuti, influenzati sia dai click del pubblico sia dai complessi parametri dell’algoritmo che ci suggerisce cosa guardare dopo. Unisce tutto una lunghissima canalina portacavi gialla che si snoda nello spazio collegando tutte le opere e influenzando gli spostamenti del visitatore.

La mostra è visitabile gratuitamente fino al 23/02/2023

+ info → https://www.fmav.org/mostre/eva-and-franco-mattes-most-to-least-viewed/

Design. Develop. Done. by Megiston - Agenzia web e digital marketing a Padova e VicenzaMegiston
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.