WGBW 2019 → FOCUS on #BUILDINGLIFE

Eventi, Green Buildings

Promossa dal World Green Building Council in oltre 70 paesi, la World Green Building Week è una delle iniziative più risonanti dedicate all’edilizia e architettura sostenibile.

La campagna di quest’anno sarà incentrata sul Building Life Cycle Assessment, ovvero il ciclo di vita di un edificio, con l’obiettivo di incoraggiare nuove pratiche e modi di pensare per ridurre le emissioni degli edifici.

 

wgbw 2019

 

BUILDING LIFE – L’IMPATTO SULL’AMBIENTE

La crescita demografica, l’urbanizzazione di massa degli ultimi decenni e la fievole “cultura sostenibile”, hanno fatto sì che il ciclo di vita degli edifici diventasse uno dei fattori più deleteri per l’ambiente. Secondo i dati, la filiera edilizia è oggi responsabile di:

  • consumo del 40% delle materie prime globali;
  • utilizzo del 14% di acqua potabile;
  • produzione del 30% dei rifiuti;
  • consumo 72% dell’elettricità;
  • emissione del 38% di CO2.

Gli edifici quindi rappresentano una delle maggiori fonti di consumo di risorse della nostra società; uno sviluppo sostenibile passa quindi inevitabilmente da un ripensamento nel modo di costruirli ed utilizzarli.

Ad incupire ulteriormente questo scenario è l‘Earth Overshoot Day (il giorno del sovrasfruttamento della Terra) che nel 2019 è avvenuto il 29 luglio, la data più anticipata sino ad ora. Da questo giorno, l’umanità ha cominciato a consumare più di quello che il pianeta riesce a riformare durante l’anno, bruciando risorse del futuro.  Secondo il Global Footprint Network, l’Italia ha raggiunto il suo Overshoot Day 2019 già il 15 maggio.

 

BUILDING LIFE – IL METODO LCA (Life Cycle Assessment)

L’analisi del ciclo di vita (metodo LCA) è parte essenziale dell’edilizia sostenibile; si tratta di un processo scientifico per misurare l’impronta di carbonio e altri impatti ambientali di un edificio, dall’estrazione dei materiali alla demolizione al riuso.

 

edilizia sostenibile metodo LCA

 

Attualmente in Italia si stima che il settore delle costruzioni consumi oltre il 30% dell’energia primaria, generata per il 93% da fonti non rinnovabili. Lo stesso settore è ritenuto responsabile di circa un terzo delle emissioni di gas serra.  Nel caso specifico delle costruzioni, l’analisi LCA può essere considerata uno strumento di progettazione di tipo ingegneristico, utile a fornire risposte quantitative alle seguenti problematiche:

  • selezione dei materiali, nel rispetto della loro funzione d’opera;
  • scelta delle tecniche costruttive;
  • individuazione delle soluzioni impiantistiche;
  • gestione del fine vita dell’edificio.

L’approccio LCA consente quindi di valutare e quantificare per ogni progetto gli impatti ambientali di prodotti lungo il loro intero ciclo di vita, dalla fase di estrazione delle materie prime necessarie per la produzione dei materiali e dell’energia per la produzione del bene fino alla fase del loro smaltimento finale.

Il processo LCA è uno degli argomenti caldi della World Green Building Week → qui tutte le iniziative WGBW 2019

 

NESITE PER L’AMBIENTE

Nesite, socia del Green Building Council Italia, è da sempre attenta alla sostenibilità dell’ambiente e per la produzione dei propri pavimenti utilizza esclusivamente materiali riciclati e riciclabili, certificati da autorità accreditate. Scegliere un pavimento Nesite vuol dire scegliere un prodotto realizzato secondo criteri di sostenibilità ambientale e, soprattutto, dialogare con un’azienda capace di rispondere adeguatamente alle richieste dei soggetti coinvolti in un progetto LEED o BREEAM.

Nesite, inoltre, ha ottenuto la certificazione della Catena di Custodia FSC® (Chain of Custody – CoC) che garantisce che i suoi pavimenti costituiti da pannelli con anima in truciolare e rivestimenti in parquet contribuiscono a salvaguardare i preziosi patrimoni forestali in tutto il mondo.

Nesite ha contribuito alla certificazione di alcuni prestigiosi progetti come il Louvre di Abu Dhabi (certificazione LEED Silver), Banco Popular di Madrid (certificazione LEED Gold) Christchurch Civic Building in Nuova Zelanda (certificazione Leed Platinum) e il Wilberg Atrium in Norvegia (certificazione Breeam Classe A).