Un’onda per la Mediopadana firmata da Santiago Calatrava

Architecture

La stazione Mediopadana della Tav a Reggio Emilia tra pochi giorni sara’ fruibile, ma non ancora del tutto completa: fino a dicembre infatti ci saranno ancora dei lavori in corso.

Mediopadana di Reggio Emilia - Calatrava
Mediopadana di Reggio Emilia – Calatrava

I treni, 18 in tutto, cominceranno a viaggiare dal 9 giugno 2013, ma l’inaugurazione ufficiale dell’opera firmata dall’architetto Santiago Calatrava sarà l’8 giugno, alla presenza delle autorità.

L’idea originaria di “vela” proposta in un primo momento dall’architetto spagnolo, è stata adeguata e riadattata con un’onda, per creare un distacco architettonico dalla progettazione dei ponti, mantenendo però inalterato il fattore armonico e di uniformità che caratterizza tutto il progetto.

Mediopadana-Calatrava
Mediopadana-Calatrava

L’opera è stata studiata affinché vi sia la replica di un modulo lungo 25,40 metri formato dal ripetersi in successione di 13 portali di acciaio. Ogni modulo è formato da 25 portali, che ripetendosi in sequenza, permettono di raggiunge la lunghezza complessiva di 483 metri, creando l’effetto di “onda dinamica”, che genera un volume a tre dimensioni. La struttura dei portici vuole creare un effetto visivo paragonabile ad un susseguirsi di onde.

Stazione Mediopadana Calatrava
Stazione Mediopadana Calatrava

Per le banchine di salita e discesa dai convogli ferroviari sarà realizzata una copertura in vetro stratificato, realizzata con pannelli rettangolari posizionati grazie all’utilizzo di un telaio in alluminio. I materiali utilizzati nel progetto sono prevalentemente l’acciaio ed il calcestruzzo, entrambi tinteggiati di bianco, ed il vetro, collocato fra le strutture a portico.

Calatrava- Metropadana di Reggio Emilia
Calatrava- Metropadana di Reggio Emilia

La Mediopadana, che rappresenta l’unica fermata in linea dell’Alta Velocità nel tratto Milano – Bologna, dista  circa 4 chilometri a nord dal centro di Reggio Emilia: la stazione è infatti facilmente raggiungibile dall’autostrada del Sole, si trova a meno di un chilometro dal casello autostradale di Reggio, ma anche dall’Autobrennero e dalla tangenziale Nord di Reggio Emilia. La nuova stazione servirà un bacino potenziale di circa 2 milioni di persone: da Piacenza a Modena e le province di Cremona e Mantova.

Con la stazione in esercizio sarà possibile da Reggio Emilia raggiungere Milano in 40 minuti e Bologna in circa 20.