Inaugurato l’Auditorium Temporaneo di Renzo Piano a l’Aquila

News

E’ stato inaugurato il 7 ottobre, a l’Aquila, l’Auditorium Temporaneo progettato da Renzo Piano. Presenti all’evento, il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, molte cariche istituzionali  e ovviamente il sindaco della città capoluogo dell’Abruzzo, Massimo Cialente. Per mettere a tacere le polemiche nate attorno alla nuova costruzione, il sindaco ha affermato in conferenza stampa “Io non lo smonterò mai. Per farlo dovranno trovare un altro sindaco e un’altra giunta, ma dubito che lo faranno. Anche la Tour Eiffel doveva essere provvisoria“. L’opera, finanziata dalla Provincia Autonoma di Trento con circa 7 milioni di Euro, è stata definita da Renzo Piano come un “Modulo ad uso concertistico provvisorio“.

Renzo Piano
Renzo Piano

L’opera sorge all’interno del cinquecentesco Forte Spagnolo che ospitava un auditorium da 240 posti, reso inagibile a causa delle lesioni alle strutture provocate dal sisma del 6 aprile 2009.

Auditorium Temporaneo - L'Aquila
Auditorium Temporaneo – L’Aquila

L’edificio è formato da tre distinti edifici in legno (la maggior parte è abete rosso della Val di Fiemme) a forma di cubo collegati tra loro: il primo – il più importante – ospiterà l’auditorium (capienza 238 spettatori e 40 orchestrali). La caratteristica di questa opera è  l’inclinazione di 30 gradi: al suo interno la gradinata che ospita il pubblico è collocata sulla facciata inclinata, che permette di ottenere una visibilità ottimale.

A completare il nuovo auditorium, altri due cubi più piccoli, ai lati del cubo principale,  che saranno adibiti a foyer e a camerini di artisti, musicisti e entourage. I tre cubi in legno e multicolori di Renzo Piano sembrano tre dadi gettati “a caso” all’interno dell’area.

Auditorium del Parco firmato Renzo Piano
Auditorium del Parco firmato Renzo Piano – Foto LaPresse/Manuel Romano
06-10-2012 L’Aquila, Italia

Tutta la struttura completamente è costruita in legno, salvo una soletta in cemento armato, che poggia a sua volta su più pilastri in cemento dotati di isolatori capaci di sopportare eventuali nuovi scosse sismiche.

Il nuovo centro della musica totalmente ecosostenibile e antisismico  è stato realizzato coinvolgendo gli studenti aquilani nella messa in opera: «Non è solo un simbolo, ma è già una realtà, concreta e molto bella», ha detto Napolitano in occasione della sua inaugurazione.