Tag Archives: risparmio energetico

Progetto radiante

Terminata la prima installazione del sistema radiante Nesite

Il pavimento sopraelevato radiante di Nesite, sviluppato in collaborazione con Floortech, è stato installato per la prima volta all’interno di un progetto residenziale.

Si tratta della realizzazione di una abitazione unifamiliare nel Comune di Moncucco Torinese (At), curata dall’architetto Paolo Ostino. L’impronta del fabbricato si sviluppa su livelli interni sfalsati in altezza, al fine di creare dei piani che seguono il naturale declivio del lotto di intervento.

01 Terminata la prima installazione del sistema radiante Nesite

dettaglio progetto

Abbiamo quindi chiesto all’Architetto di raccontarci il suo progetto e le motivazioni di questa scelta.

“In fase progettuale” – spiega l’arch. Ostino –  “si è voluto dare la massima importanza agli aspetti relativi alla vivibilità degli spazi, al contenimento energetico ed alla verifica dei costi manutentivi generati dal fabbricato nella sua vita, studiando nel dettaglio ogni singolo nodo costruttivo”.

“Per quanto riguarda il sistema di pavimentazione interna” – continua l’arch. Ostino – “la scelta si è orientata alla soluzione del pavimento sopraelevato radiante Nesite; elemento che meglio ha coniugato i tre aspetti di ricerca progettuale:

- La vivibilità degli spazi: la gamma cromatica delle pavimentazioni Nesite è stata favorevolmente accolta dalle esigenze della direzione lavori e dal gusto del cliente, consentendo così di realizzare gli spazi ideati in fase di progettazione;

-  Il contenimento energetico: la struttura metallica di sostegno alla pavimentazione ed ai pannelli radianti, ha dato la possibilità di sfruttare lo spazio, anziché occupato tradizionalmente dal sottofondo cementizio, per il passaggio di tubazioni impiantistiche, nonché di posare il necessario strato di materiale coibente, riducendo in modo considerevole gli spessori della stratigrafia degli elementi ed i tempi di realizzazione della fase lavorativa;

- I costi di manutenzione: il sistema adottato garantisce l’ispezionabilità in ogni punto della pavimentazione ed in ogni tratto di pannello radiante, consentendo in futuro eventuali modifiche agli impianti, portando così a costo zero le opere di intervento edile”.

radiante Nesite 3 Terminata la prima installazione del sistema radiante Nesite

dettaglio installazione sistema radiante di Nesite

Nesite ha installato per questo progetto:

-          circa 200 mq di pavimento Twin Floor con gres porcellanato di varie finiture;

-          pannelli radianti integrati nella pavimentazione, pur consentendo la totale accessibilità e flessibilità;

-          struttura speciale con doppia testa per accogliere il sistema radiante e traversi tipo MPL;

-          Supporti acustici insonorizzanti, con rigidità dinamica superiore a 10MN/m3 secondo norma UNI EN 29052-2, in gomma eco-compatibile, per aumentare il comfort acustico.

Per vedere altre immagini dell’installazione visita la nostra pagina Facebook

ristrutturare

Ristrutturare, un’opportunità di rilancio per l’edilizia

L’attività generata dalle agevolazioni relative ad interventi di ristrutturazione ha creato 226.339 posti di lavoro diretti nel 2013. Erano poco meno di 156mila nel 2012. Nel 2013 quasi 2 punti di Pil da recupero edilizio e risparmio energetico – Allo Stato 4,8 miliardi dall’Iva

Una nuova cultura per salvaguardare il patrimonio delle nostre città

Le agevolazioni fiscali rappresentano un traino importante e ci si augura che diventino un trampolino per la diffusione di una nuova cultura in ambito edilizio volta a preservare e salvare il ricco patrimonio delle nostre città. E’ necessario interrompere la cementificazione del territorio riqualificando gli edifici in disuso partendo in particolare dai centri storici. Oramai non si contano più gli immobili non abitati o in cattivo stato di manutenzione e questa situazione è inaccettabile in un paese come il nostro apprezzato in tutto il mondo per la bellezza del proprio patrimonio urbanistico e architettonico.

Ristrutturare un immobile può risultare un’impresa facile e creativa. Il mercato offre nuove soluzioni edilizie poco invasive ed economiche; si pensi alla possibilità di rinnovare i vecchi pavimenti con la semplice applicazione di pavimenti autoposanti o sopraelevati. Tali prodotti garantiscono un pronto utilizzo degli ambienti e la possibilità di cambiare “pelle” in ogni momento (oltre alla possibilità di rimodulare l’impiantistica senza interventi murari). Analogamente anche pareti e soffitti possono essere “svecchiati” con tinteggiature originali, rivestiti e gli spazi riorganizzati con pareti mobili.

Ma se mancano le idee copiate l’idea di una coppia che ha coinvolto diversi architetti nel progetto di ristrutturazione del proprio appartamento:

ristrutturazione Ristrutturare, un’opportunità di rilancio per l’edilizia

Per leggere l’articolo completo clicca qui

Il MUSE di Trento firmato Renzo Piano: un dialogo tra natura e scienza

Il 27 luglio 2013 è la data fissata per l’apertura del MUSE (Museo delle Scienze) di Trento, opera architettonica firmata da Renzo Piano.

MUSE (MUseo delle ScienzE) è un centro di diffusione della cultura scientifica, che vuole affiancare l’attenzione per la storia naturale e la ricerca, ad un interesse speciale nei confronti di tematiche  sociali e di argomenti come l’ecologia e lo sviluppo sostenibile.

 Il MUSE di Trento firmato Renzo Piano: un dialogo tra natura e scienza

MUSE – Esterno

Il complesso è collocato in un’importante area ex industriale della città di Trento, che pian piano si sta trasformando in un quartiere commerciale e residenziale nel cuore di un parco urbano. Non a caso il progetto prevede la presenza di una facciata destinata alla crescita di piante rampicanti e di una serra tropicale visibile dall’esterno, come a sottolineare il cambio rotta di un quartiere che fino a pochi decenni fa era sede di un conglomerato urbano altamente industrializzato. 

Lo scopo del nuovo museo, come ribadito nel video di presentazione, è quello che i visitatori come nei più moderni centri scientifici internazionali, siano i veri protagonisti, con le loro emozioni e i loro interessi.

Il progetto architettonico, firmato da Renzo Piano, si contraddistingue per una ricercata e avveniristica forma, che vuole rendere omaggio alle vette delle montagne circostanti Trento.

muse Il MUSE di Trento firmato Renzo Piano: un dialogo tra natura e scienza

MUSE – dettaglio

All’interno, una vasta piazza dotata di copertura accoglie il visitatore e ha lo scopo di  dividere  la zona pubblica  dall’area da quella riservata agli addetti al lavori. Gli spazi di lavoro includono uffici, laboratori, magazzini per collezioni e mostre, archivi della biblioteca e spazi tecnici. Nell’area dedicata al pubblico invece, ci sono sale espositive, un’area destinata ai bambini, la sala conferenze, i laboratori, le aule didattiche, una serra tropicale, la biblioteca ed un bar. La superficie totale dell’edificio è di circa 12.000 mq.

 Il MUSE di Trento firmato Renzo Piano: un dialogo tra natura e scienza

MUSE – Interno

Il progetto architettonico MUSE è stato concepito con particolare attenzione all’ambiente e principalmente al risparmio energetico. Per questa ragione il sistema degli impianti per il funzionamento dell’edificio è centralizzato e sfrutta diverse fonti di energia rinnovabili. Il sistema energetico è stato studiato attraverso un’attenta ricerca progettuale. Tra i tanti vantaggi vale la pena citarne almeno due:

  • L’uso di una cisterna per il recupero dell’acqua piovana, che permette una riduzione del 50% dell’utilizzo di acqua potabile. L’acqua raccolta nella vasca è poi utilizzata per l’irrigazione della serra e per riempire gli acquari e lo specchio d’acqua che circondano l’edificio.
  • L’utilizzo, nella costruzione, di materiali di provenienza locale (calcestruzzo e rivestimenti in pietra verdello) per limitare l’inquinamento dovuto al trasporto, come anche materiali rapidamente rinnovabili, come ad esempio il bambù per la pavimentazione delle zone espositive. Il legno è invece utilizzato per gli elementi strutturali.

Grazie alla collaborazione con il Distretto Tecnologico Trentino, il progetto è stato sottoposto alle procedure per il raggiungimento della certificazione LEED® livello Gold.

Nesite ottiene la certificazione Ambientale 14001

Dopo aver ottenuto il rinnovo della Certificazione ISO 9001, la nostra azienda ha raggiunto un nuovo importante obiettivo: da poco, infatti, abbiamo conseguito la certificazione del sistema di gestione ambientale secondo la normativa internazionale UNI EN ISO 14001 che rappresenta oggi un’eccellenza nella gestione di tutte le pratiche relative all’impatto ambientale.

piede 800x600 Nesite ottiene la certificazione Ambientale 14001

Certificazione Ambientale 14 1001

La nostra società ha da sempre un occhio attento al green, con un’attenzione alla sostenibilità dell’ambiente: produciamo, infatti, il nostro pavimento sopraelevato con materiali riciclati e riciclabili certificati da autorità accreditate. Le anime principali dei pannelli Nesite sono il truciolare ad alta densità, il solfato di calcio a base gesso e il materiale inerte. La certificazione ISO 14001 quindi, costituisce un’ulteriore garanzia sul costante monitoraggio e miglioramento anche in ambito ambientale dei nostri prodotti.

green nesite800x600 Nesite ottiene la certificazione Ambientale 14001

Certificazione Ambientale 14 1001 Nesite

Anche grazie a queste certificazioni, i nostri pavimenti sopraelevati contribuiscono ai sistemi di valutazione LEED per gli edifici riguardo all’utilizzo di componenti riciclati, alla presenza di materiali riutilizzabili e alla qualità dell’aria interna.

stanza green Nesite ottiene la certificazione Ambientale 14001

Certificazione Ambientale 14 1001 Nesite

In alcuni casi, grazie all’elevata percentuale di crediti, i nostri prodotti hanno contribuito ad ottenere certificati LEED Platinum, come nel caso del ChristChurch Civic Building, definito l’edifico più eco-compatibile della Nuova Zelanda.

——

After obtaining the renewal of ISO 9001 Nesite, brand of Transpack Group Spa, has reached an important new goal: in fact, recently the company has obtained the certification of the environmental management system according to international standards UNI EN ISO 14001, which is an excellence in the management of all matters relating to environmental impact.

NESITE is an environmentally friendly Company which manufactures its raised floor with recycled and recyclable materials certified by accredited authorities.

The company main raw material components are high density chipboard, calcium sulphate gypsum base and the inert material.

NESITE products contribute to the LEED Building Rating Systems requirement for Recycled Component Materials, reusable materials and Interior air quality. Indeed in some cases, thanks to the high percentage of credits, Nesite’s product have  contributed in obtaining a Platinum LEED Certificate,.

An important example is the ChristChurch Civic Building, considered the most eco-friendly  building in New Zeland.