Tag Archives: pavimenti sopraelevati

Apre “Spazio Eventi“ lo showroom del CDN: all’interno i pavimenti sopraelevati Nesite

Venerdì 19 ottobre durante la settimana del Made Expo a Milano, e  in occasione della riunione periodica del CDN, rete di imprese di cui Nesite è parte, si è tenuto a “battesimo” lo “Spazio Eventi”.

spazio eventi milano Apre “Spazio Eventi“ lo showroom del CDN: all’interno i pavimenti sopraelevati Nesite

Spazio Eventi Milano

Si tratta di uno showroom di Ares Line & Partners dedicato ad incontri ed eventi con architetti e operatori del settore. L’Iniziativa del CDN è stata realizzata in collaborazione con Area Ufficio, concessionario di Ares Line di Milano.

All’interno del nuovo Spazio Eventi, in Via Gian Galeazzo a Milano, è presente il pavimento sopraelevato Nesite in gres e vetro.

pavimento nesite 800x600 Apre “Spazio Eventi“ lo showroom del CDN: all’interno i pavimenti sopraelevati Nesite

Pavimento Sopraelevato Nesite – Nesite Raised Access Floors

L’obiettivo del Contract Design Network è quello di condividere strumenti per proporsi al mercato come partner globale nell’ambito degli spazi pubblici e uffici. Questa sinergia consente di aumentare la competitività, realizzare innovazioni e promuovere l’internazionalizzazione. Il networking diventa così elemento di apertura e di sviluppo, requisiti fondamentali nella competizione globale, ma permette alle aziende di mantenere la propria individualità e le specifiche competenze, al fine di offrire al cliente la massima specializzazione.

A breve sarà online il sito web di Contract Design Network, dove poter avere notizie sempre aggiornate su tutte le iniziative della rete d’impresa CND.

——————

Friday, October 19th, during the Made Expo week in Milan, and in concomitance with the recurrent Contract Design Network meeting, a firms network which includes Nesite, the “Spazio Eventi” was officially born.

It is an Ares Line & Partners showroom dedicated to meetings and events with architects and players involved. This CDN’s initiative has been realized in collaboration with Area Ufficio, Milan’s Ares Line licensee.
Inside this new space of Spazio Eventi, located in Via Gian Galeazzo in Milan, can be found the raised access floor from Nesite, made in stoneware and glass.

Contract Design Network‘s purpose is to share tools to act as a global business partner for public spaces and offices. This synergy allows to increase competitiveness, innovation and can lead to internationalization. So networking not only grants opening and development, basic requirements with global competition, but also allows companies to maintain their individuality and specific skills, in order to offer customers the most accurate specialization possible.

A tu per tu con Nesite: Andrea Chiodetto

Andrea Chiodetto: Responsabile Spedizioni Estero Nesite

logistica1  A tu per tu con Nesite: Andrea Chiodetto

 - Reparto Spedizioni Nesite

• Ciao Andrea, vuoi raccontarti in poche parole, magari solo 140 lettere così ne esce proprio un “tweet”?

Mi reputo un ragazzo curioso e intraprendente, ho voglia di crescere professionalmente, e in Nesite spero di trovar la mia dimensione.

• Da quanto tempo lavori per Nesite e come è nato il vostro rapporto di collaborazione?

 Vengo da un’azienda del gruppo che si occupa di imballaggi industriali e logistica. Lavoro per Nesite da 3 anni, sono entrato in sostituzione di una brava collega nella gestione delle spedizioni estero. Da pochi mesi mi è stato assegnato un nuovo incarico nella gestione degli acquisti in affiancamento con altri colleghi.

• Potrà essere una domanda certamente di parte, ma per noi sarebbe interessante sapere da te quali sono i valori e le caratteristiche che maggiormente ti piacciono dell’azienda?

Le persone che ci lavorano e l’azienda in sé è ricca di storia ed esperienza, qui per una persona che vuole imparare c’è solo che da sbizzarrirsi. Nel mio settore, le spedizioni all’estero, ogni giorno si imparano leggi e regolamenti nuovi di un paese e riuscire a portar a destinazione senza problemi ogni ordine è una grande soddisfazione.

• Quali sono le chiavi del successo tuo e del tuo team nel mercato di oggi?

Al giorno d’oggi secondo me bisogna esser dinamici e riuscire a dare al cliente quanto prima il prodotto che cerca. Promuovere il Made in Italy che è un enorme risorsa e biglietto da visita per le aziende italiane.

• E dei social network cosa ne pensi? Lo ritieni un reale strumento di passaparola tra gli utenti e di comunicazione/dialogo tra azienda e cliente?

Io non sono un grande estimatore dei social, preferisco incontrare amici e persone in qualche locale o ad eventi, però per una azienda che vuole essere al passo con i tempi penso possa essere un modo diretto e innovativo per raggiungere nuovi clienti e promuovere il prodotto.

• Se dovessi descrivere Nesite con 3 aggettivi quali sceglieresti?

Storica” perché il pavimento sopraelevato in Italia, da sempre, è associato al nome NESITE.

Dinamica” perché sa adattarsi alle esigenze del mercato e sa proporsi nel miglior modo al pubblico.

Solida” perché alle spalle c’è un importante gruppo che vuole rilanciare il nome e il prodotto.

• I buoni propositi a livello lavorativo e personale per il 2013?

 A livello lavorativo di riuscire ad esser indipendente nel nuovo incarico che mi è stato assegnato.

A livello personale di riuscire a fare un viaggio che sogno da tempo, in America.

• Cosa ti aspetti per questo futuro in azienda?

 Che il lavoro aumenti sempre più e che possiamo prender un progetto in ogni Paese per poter dire che siamo ovunque.

logistica2  A tu per tu con Nesite: Andrea Chiodetto

-  Reparto Spedizioni Nesite - 2

Ringraziamo Andrea per averci raccontato il suo ruolo all’interno di Nesite e le sue aspettative, sia lavorative che personali.

Con A tu per tu con Nesite ci rivediamo il mese prossimo, con un nuovo protagonista!

Il progetto del mese: “Centro Direzionale via Autostrada” a Bergamo.

Tra le varie novità del blog Nesite, vi  presentiamo “Il progetto del mese”. Abbiamo pensato di creare un appuntamento mensile, con  lo scopo di raccontarvi attraverso la voce di professionisti del settore, come nasce si sviluppa e realizza un progetto dove sia necessario, tra le altre cose, l’utilizzo del pavimento sopraelevato.  Potrà trattarsi di una riqualificazione urbanistica, una costruzione ex novo, una ristrutturazione, un restauro conservativo, ecc.

Protagonista del mese di settembre è l’architetto Michele Locatelli dello Studio Bertasa che racconta il loro operato nel Centro Direzionale di via Autostrada a Bergamo.

  • Centro Direzionale via Autostrada – Bergamo.

L’intervento in corso di realizzazione è situato lungo la via Autostrada e costituisce l’attuazione di un Programma Integrato di Intervento che anche attraverso la riorganizzazione del sistema viabilistico e la creazione di nuovi spazi pubblici ridefinisce e caratterizza il principale accesso automobilistico alla città di Bergamo.

bozzetto via autostrada Il progetto del mese: Centro Direzionale via Autostrada a Bergamo.

Centro Direzionale via Autostrada – Fonte Studio Bertasa

Il nuovo insediamento è stato progettato con l’obiettivo di definire un elemento di connessione urbana tra l’asse di via Autostrada, il quartiere residenziale di via Carpinoni e l’insediamento artigianale di via Spino, sia attraverso la ridefinizione e riorganizzazione del sistema viabilistico che attraverso l’organizzazione delle aree di uso pubblico  in rapporto agli spazi edificati.

via autostrada redering Il progetto del mese: Centro Direzionale via Autostrada a Bergamo.

Redering Centro Direzionale via Autostrada – Fonte Studio Bertasa

Il progetto è caratterizzato da tre edifici che, attraverso la differenziazione dei volumi, delle altezze e degli allineamenti, cercano di instaurare un nuovo rapporto dialettico con l’asse viario. L’edificio in linea a destinazione terziaria, la piastra commerciale e il volume compatto della struttura alberghiera si alternano determinando la varietà dei fronti, un porticato con una pensilina fortemente aggettante unifica il fronte sottolineando il piano commerciale dell’intervento e relazionandolo agli spazi di uso pubblico.

via autostrada rendering 2 Il progetto del mese: Centro Direzionale via Autostrada a Bergamo.

Rendering 2 Centro Direzionale via Autostrada – Fonte Studio Bertasa

Al piano seminterrato è localizzato il grande parcheggio di uso pubblico in grado di ospitare più di 300 autoveicoli.

Complessivamente l’intervento prevede la realizzazione di circa 15.000 mq  di cui 5.000 a destinazione commerciale già realizzati e circa 5.000 a destinazione terziaria, in corso di realizzazione.

L’edificio terziario in fase di completamento è caratterizzato da un volume di sei piani fuori terra disposto in linea che assecondando le giaciture preesistenti si dispone a chiusura dell’intervento piegando leggermente per innestarsi ortogonalmente all’asse di via Autostrada cercando una relazione diretta con la nuova rotatoria realizzata sia per connettere il nuovo insediamento che per risolvere il problema dell’insediamento artigianale, fino ad ora privo di collegamento diretto verso l’autostrada.

L’edificio, disposto lungo l’asse est-ovest presenta il fronte verso sud prevalentemente chiuso, rivestito con una facciata ventilata in gres smaltato color bianco, mentre a nord, verso la città, il fronte è completamente vetrato mediante l’utilizzo di una facciata continua.

via autostrada cantiere Il progetto del mese: Centro Direzionale via Autostrada a Bergamo.

Cantiere Centro Direzionale Via Autostrada – Fonte Studio Bertasa

Ai piani superiori sono situati gli spazi a destinazione terziaria, suddivisi in venti unità ad uso ufficio destinate alla vendita. Al piano terra è prevista la realizzazione di spazi ad uso ricettivo e per la ristorazione.

via autostrada cantiere2 Il progetto del mese: Centro Direzionale via Autostrada a Bergamo.

Centro Direzionale Via Autostrada – Fonte Studio Bertasa

La necessità di dover rispondere alle diverse esigenze del mercato e di essere in grado di soddisfare la domanda che da esso proviene, attraverso la predisposizione di spazi altamente flessibili, ha determinato la scelta delle finiture interne con l’utilizzo di controsoffittature tecniche e di pavimenti sopraelevati  in grado di assecondare sia le necessità impiantistiche che di suddivisione flessibile degli spazi.

  • Il pavimento sopraelevato e NESITE

All’interno della struttura direzionale in corso di completamento è prevista la realizzazione di pavimenti sopraelevati per una superficie di circa 4.500 mq. La scelta del pavimento sopraelevato è stata principalmente dettata dalla destinazione ad uffici degli ambienti, dove la complessità dei sistemi impiantistici e i continui sviluppi delle reti con cablaggi sempre più complessi, richiedono sistemi in grado di agevolare e semplificare l’installazione, la manutenzione e le modifiche legate a nuovi layout distributivi o all’aggiunta di nuove reti tecnologiche.

Abbiamo conosciuto Nesite attraverso la sua rete di vendita costituita da persone altamente qualificate che sono state in grado di guidare le nostre scelte e fornirci tutto il supporto di cui avevamo bisogno. Dopo aver sperimentato il prodotto ed i servizi offerti da Nesite in un’altra realizzazione abbiamo quindi deciso di riconfermare la fiducia. Di Nesite abbiamo potuto apprezzare la qualità del prodotto, dei materiali utilizzati e l’accuratezza di esecuzione grazie anche al supporto continuo fornito al cantiere.

  • Lo Studio Bertasa

Alberto Bertasa si laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano nel 1976.  Nel 1977 apre lo Studio di Architettura che porta il suo nome.

All’inizio della sua carriera, partecipa ad alcuni concorsi pubblici, ma il suo corpus di lavoro si può definire incentrato sulle opere di edilizia residenziale, produttiva e direzionale; oltre ad una particolare attenzione per i restauri architettonici e ai più recenti standard di comfort e sostenibilità ambientale.

Tra le ultime realizzazioni spiccano, i P.I.I. “Ex Sace” e “Via Autostrada” a Bergamo,  il “Valseriana Center” ad Albino, la sede dell’Associazione Artigiani,  il “Centro Progresso” con la nuova sede dell’Archivio di Stato a Bergamo, e importanti interventi di edilizia residenziale.

Negli ultimi anni l’attività dello studio si è ampliata con importanti commesse all’estero tra cui gli edifici “R&J” e “Porta Bianca” in corso di realizzazione a Ulan Bator in Mongolia.

  • L’architetto Locatelli

Michele Locatelli si laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano nel 1999 e nello stesso anno inizia la sua attività professionale. Dal 2004 collabora con lo Studio Bertasa alla realizzazione dei progetti alla scala urbana. All’attività svolta in Italia affianca l’attività all’estero, prevalentemente in Pakistan, partecipando a progetti di sviluppo sociale ed economico che hanno portato alla realizzazione di studi e progetti per la valorizzazione del patrimonio storico e architettonico, alla realizzazione dell’Askole House Museum e del Central Karakorum National Park Headquarter.

Tetris Floor, il nuovo pavimento sopraelevato ad incastro

Abbiamo deciso di dedicare un post al nuovo nato in casa Nesite.

Si tratta di Tetris FLOOR un nuovo sistema di pavimento sopraelevato ad incastro. Tra i molti vantaggi del pannello, la variante Tetris KLIMA, il sistema radiante per il riscaldamento e raffrescamento della pavimentazione, permette una maggiore libertà nella progettazione: la presenza di antiestetici fancoils o caloriferi può limitare la creatività degli architetti. Al contrario, con Tetris KLIMA si liberano spazi e si può sfruttare ogni angolo del locale.

 

tetris1  Tetris Floor, il nuovo pavimento sopraelevato ad incastro

Tetris FLOOR

Grazie alla speciale lavorazione maschio/femmina sulla costa del pannello, il sistema Tetris permette la posa a secco, senza uso di acqua,  il che riduce notevolmente i tempi di costruzione, azzerando i problemi dovuti all’asciugatura, ed alle possibili infiltrazioni di umidità.

Nel creare questo nuovo sistema ad incastro, Nesite, ha tenuto conto sia della resistenza ai carichi sia della durata nel tempo del prodotto, rendendole caratteristiche fondamentali di Tetris FLOOR. I pannelli arrivano già pronti per la posa in cantiere: in fabbrica infatti  viene applicato su ciascuno uno strato di primer – una vernice antipolvere –  per proteggerli durante il trasporto e la posa, in modo da garantire già dall’inizio un’ottima protezione all’abrasione.

tetris2  Tetris Floor, il nuovo pavimento sopraelevato ad incastro

Tetris FLOOR – il sistema ad incastro -

Il pannello Tetris è composto da solfato di calcio, un materiale classificato in classe A1,  non combustibile secondo le vigente norme europee.

Tetris FLOOR permette l’implementazione di Tetris KLIMA, un sistema di riscaldamento e raffrescamento radiante applicato al pavimento sopraelevato.

Tutto ciò consente  di ottenere nell’arco dell’anno un migliore comfort climatico ed assicurare, nello stesso tempo, un efficiente consumo energetico.

Con Tetris KLIMA la variazione di temperatura si consegue in modo “dolce”, senza alcun movimento d’aria.

Per informazioni più dettagliate potete contattarci anche qui!

Tetris Floor, il nuovo pavimento sopraelevato ad incastro

Abbiamo deciso di dedicare un post al nuovo nato in casa Nesite.

Si tratta di Tetris FLOOR un nuovo sistema di pavimento sopraelevato ad incastro. Tra i molti vantaggi del pannello, la variante Tetris KLIMA, il sistema radiante per il riscaldamento e raffrescamento della pavimentazione, permette una maggiore libertà nella progettazione: la presenza di antiestetici fancoils o caloriferi può limitare la creatività degli architetti. Al contrario, con Tetris KLIMA si liberano spazi e si può sfruttare ogni angolo del locale.

 

tetris1 Tetris Floor, il nuovo pavimento sopraelevato ad incastro

Tetris FLOOR

Grazie alla speciale lavorazione maschio/femmina sulla costa del pannello, il sistema Tetris permette la posa a secco, senza uso di acqua,  il che riduce notevolmente i tempi di costruzione, azzerando i problemi dovuti all’asciugatura, ed alle possibili infiltrazioni di umidità.

Nel creare questo nuovo sistema ad incastro, Nesite, ha tenuto conto sia della resistenza ai carichi sia della durata nel tempo del prodotto, rendendole caratteristiche fondamentali di Tetris FLOOR. I pannelli arrivano già pronti per la posa in cantiere: in fabbrica infatti  viene applicato su ciascuno uno strato di primer – una vernice antipolvere –  per proteggerli durante il trasporto e la posa, in modo da garantire già dall’inizio un’ottima protezione all’abrasione.

tetris2 Tetris Floor, il nuovo pavimento sopraelevato ad incastro

Tetris FLOOR – il sistema ad incastro -

Il pannello Tetris è composto da solfato di calcio, un materiale classificato in classe A1,  non combustibile secondo le vigente norme europee.

Tetris FLOOR permette l’implementazione di Tetris KLIMA, un sistema di riscaldamento e raffrescamento radiante applicato al pavimento sopraelevato.

Tutto ciò consente  di ottenere nell’arco dell’anno un migliore comfort climatico ed assicurare, nello stesso tempo, un efficiente consumo energetico.

Con Tetris KLIMA la variazione di temperatura si consegue in modo “dolce”, senza alcun movimento d’aria.

Per informazioni più dettagliate potete contattarci anche qui!

Nesite e il web: tra blog e social network ecco le novità

Nesite ha deciso di sfruttare strategicamente i nuovi canali del web 2.0 rendendo partecipi così i propri clienti – e non solo – alla storia e agli eventi di Nesite. Un modo per creare un filo diretto con il proprio target di riferimento coinvolgendolo nelle proprie iniziative e diventando così un punto di riferimento per il mercato del pavimento sopraelevato.

 Nesite e il web: tra blog e social network ecco le novità

Blog

Riteniamo che il social media marketing sia la comunicazione del futuro. Il Web 2.0 ha visto un cambiamento radicale del mondo di generare e gestire le informazioni -  spiega la Dott.ssa Rosanna Liseno, Responsabile Marketing del brand Nesite. Grazie ai social oggi possiamo creare un contatto diretto con gli utenti ed instaurare con loro un rapporto bidirezionale, con uno scambio di opinioni più diretto e flessibile da entrambe le parti. Per questo ci siamo rivolti a OnOff Communication, agenzia specializzata in comunicazione integrata: la nostra scelta aziendale è dettata da una visione strategica di un nuovo modo di fare comunicazione e marketing che Nesite vuole cogliere e valorizzare al fine di avvicinarsi ai propri clienti

 Nesite e il web: tra blog e social network ecco le novità

Nesite Social

Il profilo Facebook di Nesite attraverso la sua Timeline continuamente aggiornata, permette ai fan di essere informati non solo sui principali eventi aziendali ma su tutte le novità date dal settore dell’edilizia, dell’architettura e del design. Anche su Twitter, Youtube e il nuovo Google+ la presenza del marchio Nesite è ben consolidata riuscendo ad interagire con la propria audience e creare coinvolgimento nel consumatore.

Proprio per la vocazione tipica di Nesite a rinnovarsi continuamente, un nuovo progetto social coinvolgerà a brevissimo il blog che, da settembre 2012 sarà protagonista di un piano editoriale mirato che fungerà da salotto virtuale ad una serie di appuntamenti tra il brand veneto e la propria audience.

Continuate a seguirci, le sorprese non mancheranno!

Palazzo Vecchio, il nuovo accesso al museo grazie ai pavimenti Nesite

E’ stata da poco ultimata l’opera di restauro della pavimentazione dello storico Cortile della Dogana di Palazzo Vecchio a Firenze.
palazzovecchio2 800 Palazzo Vecchio, il nuovo accesso al museo grazie ai pavimenti Nesite

I Pavimenti Sopraelevati Nesite a Palazzo Vecchio

Tutto l’intervento ha visto come protagonista il recupero della vecchia pavimentazione in pietra antica situata nell’area attigua alla biglietteria e alla nuova sezione museale ‘Tracce di Firenze’. La vecchia superficie è stata mantenuta grazie a una moderna soluzione in vetro a vista che ne ha permesso il pieno recupero: grazie anche all’installazione dei pavimenti sopraelevati Nesite è attualmente possibile accedere al Museo di Palazzo Vecchio, senza rinunciare alla vista del pavimento antico a spina di pesce.
 Palazzo Vecchio, il nuovo accesso al museo grazie ai pavimenti Nesite

I Pavimenti Sopraelevati Nesite a Palazzo Vecchio, Firenze

Il nuovo pavimento Nesite realizzato con una speciale struttura di sopraelevazione anticorrosione, si affaccia sull’antico livello in mattoni rossi e porta alle nuove sale dedicate alla storia di Firenze e ad esposizioni temporanee. Nel dettaglio, sono state realizzate due ampie pedane che portano ai due ingressi e vengono collegate da due rampe in vetro inclinate, sempre grazie alla collaborazione dei pavimenti sopraelevati Nesite. Il pavimento è stato realizzato con pannelli in gres porcellanato e di vetro per consentire di vedere la vecchia pavimentazione del Cortile della Dogana. Il pavimento sopraelevato Nesite ha permesso inoltre una migliore illuminazione dell’area attraverso lampade illuminanti incassate.
thumb vetro Palazzo Vecchio, il nuovo accesso al museo grazie ai pavimenti Nesite

Linea High Class Nesite

I Pavimenti Sopraelevati Nesite a Project Lebanon 2012

Dal 5 all’8 Giugno a Beirut si terrà Project Lebanon la 17° edizione del Salone Internazionale del Commercio Edilizia per il Libano e il Medio Oriente. Si tratta del primo evento del suo genere nella regione che riunisce i leader del settore dell’edilizia provenienti da tutto il mondo. Nella precedente edizione, 827 aziende espositrici provenienti da oltre 25 paesi hanno presentato i loro prodotti e servizi a più di 24.000 visitatori: quest’anno sarà presente anche NESITE con i suoi pavimenti sopraelevati.

project lebanon I Pavimenti Sopraelevati Nesite a Project Lebanon 2012

Project Lebanon è la più importante manifestazione fieristica in Medio Oriente per il settore dell’edilizia e dei materiali da costruzione: il successo del progetto è determinato principalmente dalla crescita economica del Libano e al boom legato alle industrie delle costruzioni e nel real estate nei paesi del Middle East. La fiera ha come scopo quello di offrire l’opportunità unica di sfruttare lo sviluppo dei mercati del Medio Oriente in un contesto economico che favorisce i grandi progetti, creando network e opportunità di business uniche. 
Con un numero di espositori e di visitatori in crescita esponenziale, Project Lebanon si attesta come una delle più importanti vetrine commerciali nell’intera Area del Mediterraneo che, attraverso il dinamico mercato libanese, vengono triangolate nei paesi vicini e nell’area del Golfo.
L’ ultima edizione, nel 2011, ha registrato 2.500 visitatori e 827 espositori da 27 paesi (12 le partecipazioni collettive nazionali inclusa quella italiana) e grazie all’intervento dell’ICE, il ruolo del nostro Paese nell’ambito della Fiera é cresciuto a sua volta, fino a fare dell’Italia il principale paese estero espositore, con 50 aziende, oltre 80 tipologie di prodotti esposti e una superficie espositiva complessiva di 500 mq.
 [youtube=http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=9wnulhplD0w]

Per maggiori informazioni potete visitare il sito internet o la pagina Facebook di Project Lebanon.

project lebanon I Pavimenti Sopraelevati Nesite a Project Lebanon 2012

                             Project Lebanon

From 5th to 8th June will take place Project Lebanon 2012, the 17th edition of the International Construction Trade Exhibition for Lebanon & the Middle East: this is the premier event of its kind in the region bringing together industry leaders from around the world. In the 2011 edition, 827 exihibiting companies from over 25 countries showcased their latest products & services to over 24,000 visitors: for this edition NESITE will attend the event with its raised floor.

This show is the premier event of its kind in the Middle East and is the ideal venue for all those in the construction industry. Project Lebanon’s success and consistency are mainly triggered by Lebanon’s economic growth and boom in the construction and real estate industries. The exhibition also offers the unique opportunity to tap into other Middle East markets. The exhibition aims to offer a unique opportunity to leverage the development of markets in the Middle East in an economic environmentthat favors large projects, creating unique networking and business opportunities.

For more information please visit the Project Lebanon website or its Facebook page.

Nesite entra a far parte di Contract Design Network

Nesite, brand specializzato nella produzione e installazione di pavimenti sopraelevati, entra a far parte della rete d’impresa Contract Design Network: una realtà che unisce diverse aziende tra loro, ma in grado di integrarsi per favorire la comunicazione e la condivisione di progetti.

cdn 800x600 Nesite entra a far parte di Contract Design Network

                                    Contract Design Network

L’obiettivo del Contract Design Network è quello di creare e condividere strumenti per proporsi al mercato come partner globale nell’ambito degli spazi pubblici e uffici. Questa sinergia consente di aumentare la competitività, realizzare innovazioni e promuovere l’internazionalizzazione. Il networking diventa così elemento di apertura e di sviluppo, requisiti fondamentali nella competizione globale, ma consente alle aziende di mantenere la propria individualità e le specifiche competenze, al fine di offrire al cliente la massima specializzazione.

La prima iniziativa che Nesite condividerà con alcune aziende della rete sarà l’apertura di uno showroom a Milano dedicato all’arredo d’ufficio. Il brand del gruppo TGS sarà concretamente presente: un’area dello showroom, infatti, avrà pavimenti sopraelevati Nesite. A breve inoltre, sarà online il sito web di Contract Design Network, dove poter avere notizie sempre aggiornate su tutte le iniziative della rete d’impresa CND.

Le aziende che, oltre a Nesite, fanno parte della rete sono: Ares Line Srl (produzione di sedute per uffici e collettività), Decima Italia Srl (progettazione e realizzazione di arredo per il teatro), Edilsoffitti Srl (forniture per interni, sia navali che civili), Flex Spa (sistemi espositivi e segnaletica direzionale), Mason Valerio (montaggi industriali, carpenteria), Patentverwag Srl (prodotti ed accessori per impianti sportivi, industriali, ospedalieri, alberghieri e scolastici), Pream Fono Srl (prodotti fonoassorbenti), Radio Marconi Srl (produzione e realizzazione di sistemi per la comunicazione multimediale), Serralunga Srl (produzione di complementi d’arredo design).

Per avere maggiori informazioni potete scaricare la brochure oppure contattare lo staff Nesite.

MAXXI: Progetto Re-Cycle, ecco i finalisti

Sono stati premiati il 26 Aprile i 5 finalisti italiani del concorso Re-Cycle, Laboratorio sperimentale sul riciclo indetto al MAXXI, il prestigioso Museo d’Arte Contemporanea di Roma.

re cycle MAXXI: Progetto Re Cycle, ecco i finalisti

Re-Cycle

Tra questi il progetto dell’Istituto d’Arte Pascali di Bari che ha trasformato una stazione dismessa della rete fognaria in un Museo per giovani.

progetto istituto pascali bari MAXXI: Progetto Re Cycle, ecco i finalisti

Progetto Istituto Pascali- Bari

Tra i materiali per la riqualificazione il pavimento in vetro Nesite che permette la visione di macchine di archeologia industriale.

thumb vetro1 MAXXI: Progetto Re Cycle, ecco i finalisti

Pavimento NESITE

Il progetto della classe terza B ha come obiettivo la strategia del riuso del costruito storico ed è volto al recupero di un edificio dei primi decenni del secolo scorso, sito in Lungomare Vittorio Veneto 16, ora in stato d’abbandono. Si tratta di una ex stazione di pompaggio dell’Acquedotto Pugliese che custodisce al suo interno macchinari un tempo utilizzati per pompare le acque reflue.

Il progetto di riciclo ha come scopo quello di creare un nuovo edificio, cambiandone la destinazione d’uso, per realizzare uno spazio multifunzionale dedicato all’arte  dotato di area espositiva, sala conferenze e spazio museale di archeologia industriale destinato agli studenti, agli artisti e alla cittadinanza.

Realizzato dal MAXXI e dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), il concorso ha visto la partecipazione di 30 classi di scuole secondarie superiori di tutta Italia (Campania, Lazio, Sicilia, Emilia Romagna, Puglia, Toscana, Marche, Abruzzo, Calabria, Molise, Piemonte e Umbria) invitate a elaborare un progetto di recupero di uno spazio dismesso nel loro territorio.

Oltre all’Istituto Statale d’Arte Pino Pascali i finalisti scelti da una giuria composta da rappresentanti del MAXXI e del Miur sono stati: il Liceo Artistico Statale Giorgio De Chirico di Roma che ha trasformato un edificio dismesso a Piazza Galeria in un polo polifunzionale. L’Istituto Statale d’Arte Paolo Mercuri di Marino che ha invece pensato per una tenuta agricola in disuso, un’enoteca e museo del vino. A Campobasso un museo è stato pensato nell’area di un capannone Anni Trenta dell’Enel a opera del Liceo Artistico Giacomo Manzù. A Città di Castello, un’antica fornace diventa museo del mattone nel progetto dell’Istituto Franchetti Salviani. Una menzione speciale della giuria all’Istituto Statale Fulvio Muzzi dell’Aquila che ha realizzato un progetto sulla memoria e sulla città devastata dal terremoto.