Tag Archives: pavimenti industriali

Nesite e il web: tra blog e social network ecco le novità

Nesite ha deciso di sfruttare strategicamente i nuovi canali del web 2.0 rendendo partecipi così i propri clienti – e non solo – alla storia e agli eventi di Nesite. Un modo per creare un filo diretto con il proprio target di riferimento coinvolgendolo nelle proprie iniziative e diventando così un punto di riferimento per il mercato del pavimento sopraelevato.

 Nesite e il web: tra blog e social network ecco le novità

Blog

Riteniamo che il social media marketing sia la comunicazione del futuro. Il Web 2.0 ha visto un cambiamento radicale del mondo di generare e gestire le informazioni -  spiega la Dott.ssa Rosanna Liseno, Responsabile Marketing del brand Nesite. Grazie ai social oggi possiamo creare un contatto diretto con gli utenti ed instaurare con loro un rapporto bidirezionale, con uno scambio di opinioni più diretto e flessibile da entrambe le parti. Per questo ci siamo rivolti a OnOff Communication, agenzia specializzata in comunicazione integrata: la nostra scelta aziendale è dettata da una visione strategica di un nuovo modo di fare comunicazione e marketing che Nesite vuole cogliere e valorizzare al fine di avvicinarsi ai propri clienti

 Nesite e il web: tra blog e social network ecco le novità

Nesite Social

Il profilo Facebook di Nesite attraverso la sua Timeline continuamente aggiornata, permette ai fan di essere informati non solo sui principali eventi aziendali ma su tutte le novità date dal settore dell’edilizia, dell’architettura e del design. Anche su Twitter, Youtube e il nuovo Google+ la presenza del marchio Nesite è ben consolidata riuscendo ad interagire con la propria audience e creare coinvolgimento nel consumatore.

Proprio per la vocazione tipica di Nesite a rinnovarsi continuamente, un nuovo progetto social coinvolgerà a brevissimo il blog che, da settembre 2012 sarà protagonista di un piano editoriale mirato che fungerà da salotto virtuale ad una serie di appuntamenti tra il brand veneto e la propria audience.

Continuate a seguirci, le sorprese non mancheranno!

I Pavimenti Sopraelevati Nesite a Project Lebanon 2012

Dal 5 all’8 Giugno a Beirut si terrà Project Lebanon la 17° edizione del Salone Internazionale del Commercio Edilizia per il Libano e il Medio Oriente. Si tratta del primo evento del suo genere nella regione che riunisce i leader del settore dell’edilizia provenienti da tutto il mondo. Nella precedente edizione, 827 aziende espositrici provenienti da oltre 25 paesi hanno presentato i loro prodotti e servizi a più di 24.000 visitatori: quest’anno sarà presente anche NESITE con i suoi pavimenti sopraelevati.

project lebanon I Pavimenti Sopraelevati Nesite a Project Lebanon 2012

Project Lebanon è la più importante manifestazione fieristica in Medio Oriente per il settore dell’edilizia e dei materiali da costruzione: il successo del progetto è determinato principalmente dalla crescita economica del Libano e al boom legato alle industrie delle costruzioni e nel real estate nei paesi del Middle East. La fiera ha come scopo quello di offrire l’opportunità unica di sfruttare lo sviluppo dei mercati del Medio Oriente in un contesto economico che favorisce i grandi progetti, creando network e opportunità di business uniche. 
Con un numero di espositori e di visitatori in crescita esponenziale, Project Lebanon si attesta come una delle più importanti vetrine commerciali nell’intera Area del Mediterraneo che, attraverso il dinamico mercato libanese, vengono triangolate nei paesi vicini e nell’area del Golfo.
L’ ultima edizione, nel 2011, ha registrato 2.500 visitatori e 827 espositori da 27 paesi (12 le partecipazioni collettive nazionali inclusa quella italiana) e grazie all’intervento dell’ICE, il ruolo del nostro Paese nell’ambito della Fiera é cresciuto a sua volta, fino a fare dell’Italia il principale paese estero espositore, con 50 aziende, oltre 80 tipologie di prodotti esposti e una superficie espositiva complessiva di 500 mq.
 [youtube=http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=9wnulhplD0w]

Per maggiori informazioni potete visitare il sito internet o la pagina Facebook di Project Lebanon.

project lebanon I Pavimenti Sopraelevati Nesite a Project Lebanon 2012

                             Project Lebanon

From 5th to 8th June will take place Project Lebanon 2012, the 17th edition of the International Construction Trade Exhibition for Lebanon & the Middle East: this is the premier event of its kind in the region bringing together industry leaders from around the world. In the 2011 edition, 827 exihibiting companies from over 25 countries showcased their latest products & services to over 24,000 visitors: for this edition NESITE will attend the event with its raised floor.

This show is the premier event of its kind in the Middle East and is the ideal venue for all those in the construction industry. Project Lebanon’s success and consistency are mainly triggered by Lebanon’s economic growth and boom in the construction and real estate industries. The exhibition also offers the unique opportunity to tap into other Middle East markets. The exhibition aims to offer a unique opportunity to leverage the development of markets in the Middle East in an economic environmentthat favors large projects, creating unique networking and business opportunities.

For more information please visit the Project Lebanon website or its Facebook page.

Nesite entra a far parte di Contract Design Network

Nesite, brand specializzato nella produzione e installazione di pavimenti sopraelevati, entra a far parte della rete d’impresa Contract Design Network: una realtà che unisce diverse aziende tra loro, ma in grado di integrarsi per favorire la comunicazione e la condivisione di progetti.

cdn 800x600 Nesite entra a far parte di Contract Design Network

                                    Contract Design Network

L’obiettivo del Contract Design Network è quello di creare e condividere strumenti per proporsi al mercato come partner globale nell’ambito degli spazi pubblici e uffici. Questa sinergia consente di aumentare la competitività, realizzare innovazioni e promuovere l’internazionalizzazione. Il networking diventa così elemento di apertura e di sviluppo, requisiti fondamentali nella competizione globale, ma consente alle aziende di mantenere la propria individualità e le specifiche competenze, al fine di offrire al cliente la massima specializzazione.

La prima iniziativa che Nesite condividerà con alcune aziende della rete sarà l’apertura di uno showroom a Milano dedicato all’arredo d’ufficio. Il brand del gruppo TGS sarà concretamente presente: un’area dello showroom, infatti, avrà pavimenti sopraelevati Nesite. A breve inoltre, sarà online il sito web di Contract Design Network, dove poter avere notizie sempre aggiornate su tutte le iniziative della rete d’impresa CND.

Le aziende che, oltre a Nesite, fanno parte della rete sono: Ares Line Srl (produzione di sedute per uffici e collettività), Decima Italia Srl (progettazione e realizzazione di arredo per il teatro), Edilsoffitti Srl (forniture per interni, sia navali che civili), Flex Spa (sistemi espositivi e segnaletica direzionale), Mason Valerio (montaggi industriali, carpenteria), Patentverwag Srl (prodotti ed accessori per impianti sportivi, industriali, ospedalieri, alberghieri e scolastici), Pream Fono Srl (prodotti fonoassorbenti), Radio Marconi Srl (produzione e realizzazione di sistemi per la comunicazione multimediale), Serralunga Srl (produzione di complementi d’arredo design).

Per avere maggiori informazioni potete scaricare la brochure oppure contattare lo staff Nesite.

MAXXI: Progetto Re-Cycle, ecco i finalisti

Sono stati premiati il 26 Aprile i 5 finalisti italiani del concorso Re-Cycle, Laboratorio sperimentale sul riciclo indetto al MAXXI, il prestigioso Museo d’Arte Contemporanea di Roma.

re cycle MAXXI: Progetto Re Cycle, ecco i finalisti

Re-Cycle

Tra questi il progetto dell’Istituto d’Arte Pascali di Bari che ha trasformato una stazione dismessa della rete fognaria in un Museo per giovani.

progetto istituto pascali bari MAXXI: Progetto Re Cycle, ecco i finalisti

Progetto Istituto Pascali- Bari

Tra i materiali per la riqualificazione il pavimento in vetro Nesite che permette la visione di macchine di archeologia industriale.

thumb vetro1 MAXXI: Progetto Re Cycle, ecco i finalisti

Pavimento NESITE

Il progetto della classe terza B ha come obiettivo la strategia del riuso del costruito storico ed è volto al recupero di un edificio dei primi decenni del secolo scorso, sito in Lungomare Vittorio Veneto 16, ora in stato d’abbandono. Si tratta di una ex stazione di pompaggio dell’Acquedotto Pugliese che custodisce al suo interno macchinari un tempo utilizzati per pompare le acque reflue.

Il progetto di riciclo ha come scopo quello di creare un nuovo edificio, cambiandone la destinazione d’uso, per realizzare uno spazio multifunzionale dedicato all’arte  dotato di area espositiva, sala conferenze e spazio museale di archeologia industriale destinato agli studenti, agli artisti e alla cittadinanza.

Realizzato dal MAXXI e dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), il concorso ha visto la partecipazione di 30 classi di scuole secondarie superiori di tutta Italia (Campania, Lazio, Sicilia, Emilia Romagna, Puglia, Toscana, Marche, Abruzzo, Calabria, Molise, Piemonte e Umbria) invitate a elaborare un progetto di recupero di uno spazio dismesso nel loro territorio.

Oltre all’Istituto Statale d’Arte Pino Pascali i finalisti scelti da una giuria composta da rappresentanti del MAXXI e del Miur sono stati: il Liceo Artistico Statale Giorgio De Chirico di Roma che ha trasformato un edificio dismesso a Piazza Galeria in un polo polifunzionale. L’Istituto Statale d’Arte Paolo Mercuri di Marino che ha invece pensato per una tenuta agricola in disuso, un’enoteca e museo del vino. A Campobasso un museo è stato pensato nell’area di un capannone Anni Trenta dell’Enel a opera del Liceo Artistico Giacomo Manzù. A Città di Castello, un’antica fornace diventa museo del mattone nel progetto dell’Istituto Franchetti Salviani. Una menzione speciale della giuria all’Istituto Statale Fulvio Muzzi dell’Aquila che ha realizzato un progetto sulla memoria e sulla città devastata dal terremoto.