Tag Archives: Nesite

wilberg atrium

In Norvegia si risparmia energia. Anche grazie a pavimenti sopraelevati Nesite.

Vi abbiamo già parlato del BREEAM (BRE Environmental Assessment Method – ovvero “metodologia di valutazione ambientale del BRE”): il primo e più diffuso protocollo di valutazione ambientale al mondo.

Una certificazione BREEAM “di classe A” rappresenta, per un edificio, la massima valutazione esprimibile sulla “performance ambientale” della costruzione.

E’ con orgoglio che oggi presentiamo un immobile della Fredriksborg Property, da sempre attenta all’ecosostenibilità dei propri progetti: il Wilberg Atrium.

L’edificio in oggetto ha ottenuto  la certificazione BREEAM di classe “A” perché  quasi tutto l’edificio è dotato di pavimento sopraelevato Nesite e di un sistema UFAD  (Under Floor Air Distribution System) costituito da sistemi di ventilazione, condotti per l’aria, la corrente e l’acqua e sistemi di cablaggio forniti da GBT Concept sulla quasi totalità della superficie calpestabile.

TLauluten  T5B6040 300x200 In Norvegia si risparmia energia. Anche grazie a pavimenti sopraelevati Nesite.

Questo sistema ha consentito enormi risparmi energetici:  il riscaldamento degli ambienti (e siamo in Norvegia..)  viene garantito, in una condizione di comfort ideale, con il 50% dell’energia normalmente impiegata per la ventilazione ed il 20%  dell’energia normalmente utilizzata per il raffreddamento  a mezzo di condotte installate a

soffitto. Il motivo del risparmio è facilmente intuibile: le masse d’aria calda tendono “naturalmente” a spostarsi verso l’alto, e utilizzando il pavimento sopraelevato come un condotto gigante il flusso d’aria viene rilasciato  negli ambienti a bassa velocità appena sopra il pavimento  salendo verso il soffitto  con movimenti verticali naturali secondo  le più basilari  leggi della fisica, e risparmiando quindi energia.

kanskje 3 200x300 In Norvegia si risparmia energia. Anche grazie a pavimenti sopraelevati Nesite.

 

Il vantaggio in termini di prestazioni è garantito dal pavimento Nesite, un must per un condotto a tenuta d’aria, e il risultato è oltremodo evidente anche nell’ottimizzazione di eventuali attività di ispezione e manutenzione degli impianti: semplici gesti danno accesso, in massima sicurezza, a condotte difficilmente ispezionabili se installate a soffitto. Il pavimento sopraelevato Nesite unito al sistema sviluppato da GBT Concept è un fattore importante per la flessibilità degli spazi in Wilberg Atrium permettendo una gestione dell’edificio e di tutti gli impianti a un costo significativamente più basso del normale.

 

Già in fase di progettazione il Wilberg Atrium puntava ad ottenere il massimo risparmio energetico possibile, ed il team di ingegneri ed architetti  ha raggiunto il proprio obbiettivo soprattutto grazie ai pavimenti sopraelevati Nesite e alla tecnologia di GBT Concept.

Schermata 2015 02 18 alle 14.49.19 In Norvegia si risparmia energia. Anche grazie a pavimenti sopraelevati Nesite.

Nesite a Klimahouse 2015

Nesite a Klimahouse 2015: un successo di pubblico, tra green building ed efficienza energetica

klimahouse 2015 Nesite a Klimahouse 2015: un successo di pubblico, tra green building ed efficienza energetica

“La sostenibilità in architettura non è semplicemente una questione tecnica, ma è anche una spinta a ripensare gli edifici, la loro forma e l’uso dei materiali. Inoltre stimola la necessità di una più profonda conoscenza del costruire e di un maggior dialogo con il contesto climatico e sociale. Una rivoluzione vera e propria aprirà nuovi scenari sia per ciò che riguarda la trasformazione dell’enorme parco immobiliare esistente, responsabile di gran parte degli sprechi energetici e delle emissioni inquinanti, sia per la progettazione di nuovi edifici, e che deve partire da una nuova concezione del valore del progetto e della figura dell’architetto come portatore di valori etici ambientali e di conoscenza del costruire. Parliamo molto di statistiche e numeri ma non parliamo di conseguenze. Naturalmente non vogliamo costruire solo oggetti sostenibili ma una vita sostenibile: in ogni cosa che facciamo cade la responsabilità di ognuno di noi“

Queste le parole con cui l’archistar Mario Cucinella ha descritto il suo concetto di green building durante la prima giornata di incontri tenutasi a Klimahouse 2015,  la fiera dell’efficienza energetica e del risanamento edilizio organizzata da Fiera Bolzano, dal 29 Gennaio al 1 Febbraio scorso.

Con 38.200 visitatori e oltre 460 aziende espositrici l’evento, giunto alla sua decima edizione, è di gran lunga il più importante punto di incontro per l’intera filiera dell’edilizia ecosostenibile.

Anche quest’anno Nesite è stata tra le aziende protagoniste, presentando “al grande pubblico” il rivoluzionario pavimento sopraelevato radiante Diffuse, prodotto in collaborazione con Floortech.

L’interesse suscitato tra “addetti ai lavori” è stato superiore alle aspettative: riscontri concreti, con nuovi progetti che ci vedranno impegnati in installazioni per cotruzioni e ristrutturazioni di immobili commerciali ed ad uso abitativo.

Diffuse Nesite a Klimahouse 2015: un successo di pubblico, tra green building ed efficienza energetica

Grande infatti è stato il riscontro (in particolare nella giornata di Domenica) dai futuri “utilizzatori finali” che, considerata la proroga a tutto il 2015 per la detrazione del 65% delle spese per interventi di riqualificazione energetica degli edifici, programmano “lavori” a partire dalla prossima primavera.

Le caratteristiche del nostro Diffuse quindi non sono passate inosservate, e con non poco orgoglio possiamo vantare una menzione al merito per il pavimento sopraelevato radiante #Diffuse nella categoria delle “Tecnologie costruttive: strutture, soluzioni industrializzate, processi costruttivi, materie prime, filiera di settore”.

Solo una manciata di aziende, i cui prodotti si siano distinti per innovatività e progettualità orientata all’efficienza energetica, sono stati menzionati dai selezionatori di Klimahouse: un riconoscimento importante per il nostro Diffuse che, di fatto, consente notevoli risparmi energetici.

Grazie a tutti coloro che hanno voluto dedicarci la loro attenzione durante questa 3 giorni, dai professionisti ai semplici curiosi: la sensibilità per il “gren building” è cresciuta moltissimo negli ultimi anni sopratutto grazie all’interesse di chi, anche solo passeggiando lo scorso weekend per la fiera di Bolzano, immagina un futuro più verde anche per merito dei nostri prodotti.

PS

Unica nota non ecologica del weekend: abbiamo terminato brochure Diffuse e cataloghi Nesite . Letteralmente andati a ruba. Dovremo ristamparli su carta (comunque riciclata..)   (-;

 

Schermata 2014 12 01 alle 20.13.08 Nesite a Klimahouse 2015: un successo di pubblico, tra green building ed efficienza energetica

 Nesite a Klimahouse 2015: un successo di pubblico, tra green building ed efficienza energetica

A tu per tu con Nesite: intervista a Rosanna Liseno

La nostra rubrica questo mese ospita Rosanna Liseno, Responsabile Commerciale e Marketing Nesite.

Un’intervista che vi consigliamo di non perdere: si parla di futuro, nuove sfide per il 2013 e di un aspetto aziendale molto importante e sentito: quello di riuscire a coniugare l’essere donna, mamma e manager senza sensi di colpa!

Buona lettura icon wink A tu per tu con Nesite: intervista a Rosanna Liseno

foto rl intervista A tu per tu con Nesite: intervista a Rosanna Liseno

Rosanna Liseno – Responsabile Commerciale e Marketing Nesite

Nesite: Ciao Rosanna, vuoi raccontarti in poche parole, magari solo in 140 caratteri così ne esce proprio un “tweet”?

Rosanna: Sono una persona tenace, iperattiva, dinamica. Amante delle tradizioni ma apertissima al cambiamento, da pochi mesi una mamma felice!

• N: Da quanto tempo collabori con Nesite e come è nato il vostro rapporto lavorativo?

R: Ho iniziato a lavorare in Nesite nel 2002: essendo laureata in Scienze della Comunicazione mi ero proposta per l’ufficio marketing, ma mi è stato offerto un posto nell’ufficio commerciale estero; avevo partecipato al progetto Erasmus solo l’anno precedente, l’idea di essere nuovamente a contatto con l’estero mi ha immediatamente entusiasmato. Così ho iniziato a sviluppare aree dove l’azienda non era ancora presente, viaggiando in molti paesi tra cui il Medio Oriente, l’Egitto e il nord Europa. Poi c’è stata una pausa di due anni, dovuta alla mia voglia di avere un’esperienza diversa in campo commerciale per migliorare professionalmente e per mettermi alla prova in un altro contesto, ma sono rientrata in Nesite nel 2010 con rinnovata motivazione.

• N: Potrà essere una domanda certamente di parte, ma per noi sarebbe interessantesapere da te quali sono i valori e le caratteristiche che maggiormente ti piacciono dell’azienda?

R: Mi piace il mix che c’è tra l’ambizione di una grande realtà e la flessibilità tipica della piccola-media impresa. Apprezzo l’apertura ai mercati esteri che l’azienda ha ormai da molti anni, che ci ha permesso di competere con multinazionali del nostro settore.

• N: Quali sono le chiavi del suo successo, nel mercato di oggi?

R: Proprio l’apertura ai mercati esteri, concretizzatasi con l’apertura di una filiale negli Emirati nel 2009, e l’orientamento al mercato che ha preso il posto dell’orientamento alla produzione, che caratterizzava la politica aziendale dei primi tempi.

• N: E dei social network cosa ne pensi? Lo ritieni un reale strumento di passaparola tra gli utenti e di comunicazione/dialogo tra azienda e cliente?

R: Assolutamente sì! Credo sia uno strumento utilissimo che andrebbe sfruttato ancora di più non solo all’esterno ma anche all’interno dell’azienda. Ma ci vorrebbe più tempo per navigare…!

• N: Se dovessi descrivere Nesite con 3 aggettivi quali sceglieresti?

R: Flessibile, dinamica, ambiziosa.

• N: Tre buoni propositi a livello lavorativo e personale per il 2013?

R: Spero di riuscire a conciliare al meglio il mio ruolo di mamma con quello professionale senza troppi sensi di colpa, di raggiungere gli obiettivi che la Direzione mi ha assegnato e, infine, di riuscire a trovare anche un po’ di tempo per me stessa.

• N: Cosa ti aspetti per il futuro? Quali sono gli obiettivi che vorresti collaborando con Nesite?

R: Vorrei che il marketing diventasse sempre di più il vero cuore dell’azienda, con risultati concreti ed il coinvolgimento di tutte le altre funzioni aziendali. Ma soprattutto spero di trovare sempre nuovi stimoli per poter svolgere il mio lavoro ogni giorno con entusiasmo.

“A tu per tu con Nesite” Antonio Grasso

Ing. Antonio Grasso, Responsabile Tecnico Nesite 

antonio grasso1 A tu per tu con Nesite Antonio Grasso

Antonio Grasso

Ciao Antonio, vuoi raccontarti in poche parole, magari solo 140 caratteri, così ne esce proprio un “tweet”?

Sono responsabile delle scelte di natura tecnica, progettuale e gestionale con particolare riferimento alla qualità del prodotto e alle sue  prestazioni. Mi occupo della  ricerca di  nuove soluzioni produttive e nuovi prodotti. Eseguo la preventivazione di  progetti speciali, organizzo prove e verifiche sui prodotti finiti al fine della omologazione di prodotto nonché le prove di certificazione presso i laboratori esterni.

Da quanto tempo lavori per Nesite e come è nato il vostro rapporto di collaborazione?

Lavoro in Nesite dal 2006 in seguito alla  fuoriuscita da una azienda ad alto contenuto tecnologico nella provincia di  Padova  dove ho lavorato per circa 13 anni come ingegnere nel reparto Ricerca&Sviluppo. Il rapporto di collaborazione  è nato casualmente rispondendo ad un annuncio  per la figura di responsabile dei servizi tecnici. Il settore di appartenenza da cui provenivo era completamente diverso da quello che stavo per affrontare ma la preparazione tecnica di base e le esperienze professionali passate hanno  contribuito a formare un solido legame con la società.

Potrà essere una domanda certamente di parte, ma per noi sarebbe interessante sapere da te quali sono i valori e le caratteristiche che maggiormente ti piacciono dell’azienda?

La missione di Nesite è quella di essere un punto di riferimento nel proprio settore in merito a qualità, affidabilità del prodotto e dei servizi ad esso collegati, al fine di ottenere la completa soddisfazione del cliente.

Il nostro lavoro  si concretizza nei seguenti principi: 

  • Lavoriamo con entusiasmo per soddisfare le giuste richieste dei clienti.
  • Lavoriamo per dare reddito alla nostra attività al fine di sviluppare e consolidare la nostra Azienda.
  • Lavoriamo in sicurezza in un ambiente che promuove la salute ed il benessere dell’individuo.
  • Siamo rispettosi dell’ambiente esterno e dei nostri fornitori.

La caratteristica che  mi piace maggiormente è questa:

  •  Viene promossa  la realizzazione di ciascun individuo  dove nessuno è  escluso da percorsi di crescita professionale.

Quali sono le chiavi del successo tuo e del tuo team nel mercato di oggi?

Nesite si pone come obbiettivo strategico la soddisfazione del cliente sia esterno che interno, da conseguire attraverso il miglioramento continuo di tutti i processi aziendali, sviluppando ed applicando  un sistema di organizzazione aziendale in accordo alla UNI EN ISO9001.

 • Ci spieghi in breve, visto il tuo ruolo, a cosa serve il pavimento sopraelevato?

 Il Sistema Pavimento Sopraelevato “Nesite” risponde appieno alle esigenze di flessibilità degli odierni ambienti di lavoro grazie alla totale libertà di definizione del progetto, alla semplicità di installazione e manutenzione, all’integrità strutturale e all’ampia gamma di finiture. Gli elementi portanti del Sistema, brevettati e costruiti in acciaio zincato con guarnizioni superiori in materiale plastico conduttivo, consentono di elevare il pavimento di un’altezza compresa tra i 4 e i 170 cm. I pannelli di norma misurano cm 60×60 e sono disponibili in vari spessori e materiali (truciolare, materiale inerte o compositi). La superficie superiore dei pannelli è compatibile con un’ampia scelta di coperture, appoggiate o permanenti, altamente resistenti all’usura e praticamente  esenti da manutenzioni.

• Perchè consiglieresti un pavimento sopraelevato rispetto ad uno tradizionale?

Il Sistema permette  qualsiasi modificazione successiva senza disagio alcuno in quanto il pavimento originale non viene scalfito e la rete di cavi e tubazioni corre nell’intercapedine tra la struttura portante del pavimento sopraelevato e i pannelli di superficie.

E dei social network cosa ne pensi? Lo ritieni un reale strumento di passaparola tra gli utenti e di comunicazione/dialogo tra azienda e cliente?

I social network non sono solo una rete di contatti per la ricerca di amicizie, la condivisione di interessi ludici attraverso il Web, il recupero di antiche conoscenze o frequentazioni scolastiche e universitarie; non sono solo ricerca di partner affettivi o di compagni di viaggio per vacanze o avventure. Esiste, infatti, una grande “rete” di social network che si occupano di mettere in comunicazione imprese e professionisti, aziende e persone in cerca di prima occupazione, oppure di far dialogare società con diverse caratteristiche al fine di condividere o costruire un business comune (LinkedIn, Plaxo, ecc.)

E’ il caso, ad esempio di Xing, il business social network tra i leader in Europa (ovviamente nato e gestito in Germania), con oltre 7 milioni di utenti che lo utilizzano, in 16 lingue, per lavoro, affari e carriera.

Con la community di Xing si ha la possibilità di ricercare nuovi contatti o business partner per instaurare una collaborazione professionale, ampliare la propria presenza nei mercati locali ed internazionali, e si possono  anche rafforzare i rapporti di  business e riscoprire contatti stabiliti in precedenza e successivamente perduti.

Pertanto bisogna essere aperti al massimo a queste nuove opportunità che la rete mette a disposizione, cercando come sempre di sfruttarle nella maniera corretta senza cadere in sterili conversazioni e dibattiti.

 Se dovessi descrivere Nesite con 3 aggettivi quali sceglieresti?

  • Innovativa
  • Competitiva
  • Internazionale

• Tre buoni propositi a livello lavorativo e personale per il 2012? 

  • Completare lo sviluppo di un nuovo prodotto con particolare attenzione agli aspetti ambientali
  • Sviluppare il mercato internazionale dell’ High-class (prodotti ad alto valore aggiunto)
  • Ottimizzare l’organizzazione aziendale aumentando la circolazione delle informazioni che dal cliente devono arrivare corrette fino alla produzione.

 • Cosa ti aspetti per questo futuro in azienda?

Mi aspetto uno sviluppo del mercato internazionale anche in quei paesi da sempre poco generosi nei confronti dei prodotti italiani (Germania, Inghilterra, Francia) perché i nostri prodotti  in termini di qualità e prestazioni sono allo stesso livello dei loro e questo lo verifichiamo giornalmente confrontandoci con i clienti di tutto il mondo.

Non molto tempo fa abbiamo avuto dei riscontri positivi in termini di resistenza del nostro pavimento ai terremoti (Nuova Zelanda)  questo a dimostrare l’affidabilità del nostro prodotto che ci ha visto  pionieri nella sua progettazione.

 

 

Apre “Spazio Eventi“ lo showroom del CDN: all’interno i pavimenti sopraelevati Nesite

Venerdì 19 ottobre durante la settimana del Made Expo a Milano, e  in occasione della riunione periodica del CDN, rete di imprese di cui Nesite è parte, si è tenuto a “battesimo” lo “Spazio Eventi”.

spazio eventi milano Apre “Spazio Eventi“ lo showroom del CDN: all’interno i pavimenti sopraelevati Nesite

Spazio Eventi Milano

Si tratta di uno showroom di Ares Line & Partners dedicato ad incontri ed eventi con architetti e operatori del settore. L’Iniziativa del CDN è stata realizzata in collaborazione con Area Ufficio, concessionario di Ares Line di Milano.

All’interno del nuovo Spazio Eventi, in Via Gian Galeazzo a Milano, è presente il pavimento sopraelevato Nesite in gres e vetro.

pavimento nesite 800x600 Apre “Spazio Eventi“ lo showroom del CDN: all’interno i pavimenti sopraelevati Nesite

Pavimento Sopraelevato Nesite – Nesite Raised Access Floors

L’obiettivo del Contract Design Network è quello di condividere strumenti per proporsi al mercato come partner globale nell’ambito degli spazi pubblici e uffici. Questa sinergia consente di aumentare la competitività, realizzare innovazioni e promuovere l’internazionalizzazione. Il networking diventa così elemento di apertura e di sviluppo, requisiti fondamentali nella competizione globale, ma permette alle aziende di mantenere la propria individualità e le specifiche competenze, al fine di offrire al cliente la massima specializzazione.

A breve sarà online il sito web di Contract Design Network, dove poter avere notizie sempre aggiornate su tutte le iniziative della rete d’impresa CND.

——————

Friday, October 19th, during the Made Expo week in Milan, and in concomitance with the recurrent Contract Design Network meeting, a firms network which includes Nesite, the “Spazio Eventi” was officially born.

It is an Ares Line & Partners showroom dedicated to meetings and events with architects and players involved. This CDN’s initiative has been realized in collaboration with Area Ufficio, Milan’s Ares Line licensee.
Inside this new space of Spazio Eventi, located in Via Gian Galeazzo in Milan, can be found the raised access floor from Nesite, made in stoneware and glass.

Contract Design Network‘s purpose is to share tools to act as a global business partner for public spaces and offices. This synergy allows to increase competitiveness, innovation and can lead to internationalization. So networking not only grants opening and development, basic requirements with global competition, but also allows companies to maintain their individuality and specific skills, in order to offer customers the most accurate specialization possible.

A tu per tu con Nesite: Andrea Chiodetto

Andrea Chiodetto: Responsabile Spedizioni Estero Nesite

logistica1  A tu per tu con Nesite: Andrea Chiodetto

 - Reparto Spedizioni Nesite

• Ciao Andrea, vuoi raccontarti in poche parole, magari solo 140 lettere così ne esce proprio un “tweet”?

Mi reputo un ragazzo curioso e intraprendente, ho voglia di crescere professionalmente, e in Nesite spero di trovar la mia dimensione.

• Da quanto tempo lavori per Nesite e come è nato il vostro rapporto di collaborazione?

 Vengo da un’azienda del gruppo che si occupa di imballaggi industriali e logistica. Lavoro per Nesite da 3 anni, sono entrato in sostituzione di una brava collega nella gestione delle spedizioni estero. Da pochi mesi mi è stato assegnato un nuovo incarico nella gestione degli acquisti in affiancamento con altri colleghi.

• Potrà essere una domanda certamente di parte, ma per noi sarebbe interessante sapere da te quali sono i valori e le caratteristiche che maggiormente ti piacciono dell’azienda?

Le persone che ci lavorano e l’azienda in sé è ricca di storia ed esperienza, qui per una persona che vuole imparare c’è solo che da sbizzarrirsi. Nel mio settore, le spedizioni all’estero, ogni giorno si imparano leggi e regolamenti nuovi di un paese e riuscire a portar a destinazione senza problemi ogni ordine è una grande soddisfazione.

• Quali sono le chiavi del successo tuo e del tuo team nel mercato di oggi?

Al giorno d’oggi secondo me bisogna esser dinamici e riuscire a dare al cliente quanto prima il prodotto che cerca. Promuovere il Made in Italy che è un enorme risorsa e biglietto da visita per le aziende italiane.

• E dei social network cosa ne pensi? Lo ritieni un reale strumento di passaparola tra gli utenti e di comunicazione/dialogo tra azienda e cliente?

Io non sono un grande estimatore dei social, preferisco incontrare amici e persone in qualche locale o ad eventi, però per una azienda che vuole essere al passo con i tempi penso possa essere un modo diretto e innovativo per raggiungere nuovi clienti e promuovere il prodotto.

• Se dovessi descrivere Nesite con 3 aggettivi quali sceglieresti?

Storica” perché il pavimento sopraelevato in Italia, da sempre, è associato al nome NESITE.

Dinamica” perché sa adattarsi alle esigenze del mercato e sa proporsi nel miglior modo al pubblico.

Solida” perché alle spalle c’è un importante gruppo che vuole rilanciare il nome e il prodotto.

• I buoni propositi a livello lavorativo e personale per il 2013?

 A livello lavorativo di riuscire ad esser indipendente nel nuovo incarico che mi è stato assegnato.

A livello personale di riuscire a fare un viaggio che sogno da tempo, in America.

• Cosa ti aspetti per questo futuro in azienda?

 Che il lavoro aumenti sempre più e che possiamo prender un progetto in ogni Paese per poter dire che siamo ovunque.

logistica2  A tu per tu con Nesite: Andrea Chiodetto

-  Reparto Spedizioni Nesite - 2

Ringraziamo Andrea per averci raccontato il suo ruolo all’interno di Nesite e le sue aspettative, sia lavorative che personali.

Con A tu per tu con Nesite ci rivediamo il mese prossimo, con un nuovo protagonista!

Il progetto del mese: “Centro Direzionale via Autostrada” a Bergamo.

Tra le varie novità del blog Nesite, vi  presentiamo “Il progetto del mese”. Abbiamo pensato di creare un appuntamento mensile, con  lo scopo di raccontarvi attraverso la voce di professionisti del settore, come nasce si sviluppa e realizza un progetto dove sia necessario, tra le altre cose, l’utilizzo del pavimento sopraelevato.  Potrà trattarsi di una riqualificazione urbanistica, una costruzione ex novo, una ristrutturazione, un restauro conservativo, ecc.

Protagonista del mese di settembre è l’architetto Michele Locatelli dello Studio Bertasa che racconta il loro operato nel Centro Direzionale di via Autostrada a Bergamo.

  • Centro Direzionale via Autostrada – Bergamo.

L’intervento in corso di realizzazione è situato lungo la via Autostrada e costituisce l’attuazione di un Programma Integrato di Intervento che anche attraverso la riorganizzazione del sistema viabilistico e la creazione di nuovi spazi pubblici ridefinisce e caratterizza il principale accesso automobilistico alla città di Bergamo.

bozzetto via autostrada Il progetto del mese: Centro Direzionale via Autostrada a Bergamo.

Centro Direzionale via Autostrada – Fonte Studio Bertasa

Il nuovo insediamento è stato progettato con l’obiettivo di definire un elemento di connessione urbana tra l’asse di via Autostrada, il quartiere residenziale di via Carpinoni e l’insediamento artigianale di via Spino, sia attraverso la ridefinizione e riorganizzazione del sistema viabilistico che attraverso l’organizzazione delle aree di uso pubblico  in rapporto agli spazi edificati.

via autostrada redering Il progetto del mese: Centro Direzionale via Autostrada a Bergamo.

Redering Centro Direzionale via Autostrada – Fonte Studio Bertasa

Il progetto è caratterizzato da tre edifici che, attraverso la differenziazione dei volumi, delle altezze e degli allineamenti, cercano di instaurare un nuovo rapporto dialettico con l’asse viario. L’edificio in linea a destinazione terziaria, la piastra commerciale e il volume compatto della struttura alberghiera si alternano determinando la varietà dei fronti, un porticato con una pensilina fortemente aggettante unifica il fronte sottolineando il piano commerciale dell’intervento e relazionandolo agli spazi di uso pubblico.

via autostrada rendering 2 Il progetto del mese: Centro Direzionale via Autostrada a Bergamo.

Rendering 2 Centro Direzionale via Autostrada – Fonte Studio Bertasa

Al piano seminterrato è localizzato il grande parcheggio di uso pubblico in grado di ospitare più di 300 autoveicoli.

Complessivamente l’intervento prevede la realizzazione di circa 15.000 mq  di cui 5.000 a destinazione commerciale già realizzati e circa 5.000 a destinazione terziaria, in corso di realizzazione.

L’edificio terziario in fase di completamento è caratterizzato da un volume di sei piani fuori terra disposto in linea che assecondando le giaciture preesistenti si dispone a chiusura dell’intervento piegando leggermente per innestarsi ortogonalmente all’asse di via Autostrada cercando una relazione diretta con la nuova rotatoria realizzata sia per connettere il nuovo insediamento che per risolvere il problema dell’insediamento artigianale, fino ad ora privo di collegamento diretto verso l’autostrada.

L’edificio, disposto lungo l’asse est-ovest presenta il fronte verso sud prevalentemente chiuso, rivestito con una facciata ventilata in gres smaltato color bianco, mentre a nord, verso la città, il fronte è completamente vetrato mediante l’utilizzo di una facciata continua.

via autostrada cantiere Il progetto del mese: Centro Direzionale via Autostrada a Bergamo.

Cantiere Centro Direzionale Via Autostrada – Fonte Studio Bertasa

Ai piani superiori sono situati gli spazi a destinazione terziaria, suddivisi in venti unità ad uso ufficio destinate alla vendita. Al piano terra è prevista la realizzazione di spazi ad uso ricettivo e per la ristorazione.

via autostrada cantiere2 Il progetto del mese: Centro Direzionale via Autostrada a Bergamo.

Centro Direzionale Via Autostrada – Fonte Studio Bertasa

La necessità di dover rispondere alle diverse esigenze del mercato e di essere in grado di soddisfare la domanda che da esso proviene, attraverso la predisposizione di spazi altamente flessibili, ha determinato la scelta delle finiture interne con l’utilizzo di controsoffittature tecniche e di pavimenti sopraelevati  in grado di assecondare sia le necessità impiantistiche che di suddivisione flessibile degli spazi.

  • Il pavimento sopraelevato e NESITE

All’interno della struttura direzionale in corso di completamento è prevista la realizzazione di pavimenti sopraelevati per una superficie di circa 4.500 mq. La scelta del pavimento sopraelevato è stata principalmente dettata dalla destinazione ad uffici degli ambienti, dove la complessità dei sistemi impiantistici e i continui sviluppi delle reti con cablaggi sempre più complessi, richiedono sistemi in grado di agevolare e semplificare l’installazione, la manutenzione e le modifiche legate a nuovi layout distributivi o all’aggiunta di nuove reti tecnologiche.

Abbiamo conosciuto Nesite attraverso la sua rete di vendita costituita da persone altamente qualificate che sono state in grado di guidare le nostre scelte e fornirci tutto il supporto di cui avevamo bisogno. Dopo aver sperimentato il prodotto ed i servizi offerti da Nesite in un’altra realizzazione abbiamo quindi deciso di riconfermare la fiducia. Di Nesite abbiamo potuto apprezzare la qualità del prodotto, dei materiali utilizzati e l’accuratezza di esecuzione grazie anche al supporto continuo fornito al cantiere.

  • Lo Studio Bertasa

Alberto Bertasa si laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano nel 1976.  Nel 1977 apre lo Studio di Architettura che porta il suo nome.

All’inizio della sua carriera, partecipa ad alcuni concorsi pubblici, ma il suo corpus di lavoro si può definire incentrato sulle opere di edilizia residenziale, produttiva e direzionale; oltre ad una particolare attenzione per i restauri architettonici e ai più recenti standard di comfort e sostenibilità ambientale.

Tra le ultime realizzazioni spiccano, i P.I.I. “Ex Sace” e “Via Autostrada” a Bergamo,  il “Valseriana Center” ad Albino, la sede dell’Associazione Artigiani,  il “Centro Progresso” con la nuova sede dell’Archivio di Stato a Bergamo, e importanti interventi di edilizia residenziale.

Negli ultimi anni l’attività dello studio si è ampliata con importanti commesse all’estero tra cui gli edifici “R&J” e “Porta Bianca” in corso di realizzazione a Ulan Bator in Mongolia.

  • L’architetto Locatelli

Michele Locatelli si laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano nel 1999 e nello stesso anno inizia la sua attività professionale. Dal 2004 collabora con lo Studio Bertasa alla realizzazione dei progetti alla scala urbana. All’attività svolta in Italia affianca l’attività all’estero, prevalentemente in Pakistan, partecipando a progetti di sviluppo sociale ed economico che hanno portato alla realizzazione di studi e progetti per la valorizzazione del patrimonio storico e architettonico, alla realizzazione dell’Askole House Museum e del Central Karakorum National Park Headquarter.

Tetris Floor, il nuovo pavimento sopraelevato ad incastro

Abbiamo deciso di dedicare un post al nuovo nato in casa Nesite.

Si tratta di Tetris FLOOR un nuovo sistema di pavimento sopraelevato ad incastro. Tra i molti vantaggi del pannello, la variante Tetris KLIMA, il sistema radiante per il riscaldamento e raffrescamento della pavimentazione, permette una maggiore libertà nella progettazione: la presenza di antiestetici fancoils o caloriferi può limitare la creatività degli architetti. Al contrario, con Tetris KLIMA si liberano spazi e si può sfruttare ogni angolo del locale.

 

tetris1  Tetris Floor, il nuovo pavimento sopraelevato ad incastro

Tetris FLOOR

Grazie alla speciale lavorazione maschio/femmina sulla costa del pannello, il sistema Tetris permette la posa a secco, senza uso di acqua,  il che riduce notevolmente i tempi di costruzione, azzerando i problemi dovuti all’asciugatura, ed alle possibili infiltrazioni di umidità.

Nel creare questo nuovo sistema ad incastro, Nesite, ha tenuto conto sia della resistenza ai carichi sia della durata nel tempo del prodotto, rendendole caratteristiche fondamentali di Tetris FLOOR. I pannelli arrivano già pronti per la posa in cantiere: in fabbrica infatti  viene applicato su ciascuno uno strato di primer – una vernice antipolvere –  per proteggerli durante il trasporto e la posa, in modo da garantire già dall’inizio un’ottima protezione all’abrasione.

tetris2  Tetris Floor, il nuovo pavimento sopraelevato ad incastro

Tetris FLOOR – il sistema ad incastro -

Il pannello Tetris è composto da solfato di calcio, un materiale classificato in classe A1,  non combustibile secondo le vigente norme europee.

Tetris FLOOR permette l’implementazione di Tetris KLIMA, un sistema di riscaldamento e raffrescamento radiante applicato al pavimento sopraelevato.

Tutto ciò consente  di ottenere nell’arco dell’anno un migliore comfort climatico ed assicurare, nello stesso tempo, un efficiente consumo energetico.

Con Tetris KLIMA la variazione di temperatura si consegue in modo “dolce”, senza alcun movimento d’aria.

Per informazioni più dettagliate potete contattarci anche qui!

Tetris Floor, il nuovo pavimento sopraelevato ad incastro

Abbiamo deciso di dedicare un post al nuovo nato in casa Nesite.

Si tratta di Tetris FLOOR un nuovo sistema di pavimento sopraelevato ad incastro. Tra i molti vantaggi del pannello, la variante Tetris KLIMA, il sistema radiante per il riscaldamento e raffrescamento della pavimentazione, permette una maggiore libertà nella progettazione: la presenza di antiestetici fancoils o caloriferi può limitare la creatività degli architetti. Al contrario, con Tetris KLIMA si liberano spazi e si può sfruttare ogni angolo del locale.

 

tetris1 Tetris Floor, il nuovo pavimento sopraelevato ad incastro

Tetris FLOOR

Grazie alla speciale lavorazione maschio/femmina sulla costa del pannello, il sistema Tetris permette la posa a secco, senza uso di acqua,  il che riduce notevolmente i tempi di costruzione, azzerando i problemi dovuti all’asciugatura, ed alle possibili infiltrazioni di umidità.

Nel creare questo nuovo sistema ad incastro, Nesite, ha tenuto conto sia della resistenza ai carichi sia della durata nel tempo del prodotto, rendendole caratteristiche fondamentali di Tetris FLOOR. I pannelli arrivano già pronti per la posa in cantiere: in fabbrica infatti  viene applicato su ciascuno uno strato di primer – una vernice antipolvere –  per proteggerli durante il trasporto e la posa, in modo da garantire già dall’inizio un’ottima protezione all’abrasione.

tetris2 Tetris Floor, il nuovo pavimento sopraelevato ad incastro

Tetris FLOOR – il sistema ad incastro -

Il pannello Tetris è composto da solfato di calcio, un materiale classificato in classe A1,  non combustibile secondo le vigente norme europee.

Tetris FLOOR permette l’implementazione di Tetris KLIMA, un sistema di riscaldamento e raffrescamento radiante applicato al pavimento sopraelevato.

Tutto ciò consente  di ottenere nell’arco dell’anno un migliore comfort climatico ed assicurare, nello stesso tempo, un efficiente consumo energetico.

Con Tetris KLIMA la variazione di temperatura si consegue in modo “dolce”, senza alcun movimento d’aria.

Per informazioni più dettagliate potete contattarci anche qui!

Il primo incontro di “A tu per tu con Nesite”

Come anticipatovi il mese scorso, eccoci a Settembre con la prima di tante novità che riguardano la comunicazione di Nesite ed il blog in particolare. Parte infatti da qui l’appuntamento A tu per tu con Nesitein cui il nostro blog si trasforma in un salotto virtuale per dare voce ai tanti collaboratori che ruotano attorno al nostro brand.

Un modo per raccontarvi chi siamo e come lavoriamo, la storia di 40 anni di esperienza nel mercato dei pavimenti sopraelevati, che passa attraverso il racconto di tutte le persone che ogni giorno ci aiutano a migliorare e fare in modo che il nostro sia un prodotto di alta qualità e vincente sul mercato.

Siamo felici dedicare il nostro primo incontro ad Elena Luise, con noi dal 2010 e che attualmente ricopre il ruolo di Export Office Manager e Area Manager di Penisola Iberica e Sud America per Nesite.

foto elena blog 2 a Il primo incontro di A tu per tu con Nesite

Elena Luise – Export Area Manager di Nesite

Nesite: Ciao Elena, vuoi raccontarti in poche parole, magari solo 140 lettere così ne esce proprio un “tweet”?

Elena: Eclettica, amante dei viaggi e delle nuove esperienze, sportiva; nell’ambito lavorativo mi definirei disponibile e curiosa. I difetti sono tanti…ma purtroppo ho già sforato i 140 caratteri!

N: Da quanto tempo lavori per Nesite e come è nato il vostro rapporto di collaborazione?

Elena: Ho iniziato con uno stage part-time nel giugno del 2010, mentre ultimavo la mia tesi. Ed il giorno prima della laurea è arrivata la bella notizia: “sei assunta!”

N: Potrà essere una domanda certamente di parte, ma per noi sarebbe interessante sapere da te quali sono i valori e le caratteristiche che maggiormente ti piacciono dell’azienda?

Elena: La trasparenza, il dinamismo, la flessibilità, e la capacità di far sentire chiunque a proprio agio.

N: Quali sono le chiavi del successo tuo e del tuo team nel mercato di oggi?

Elena: La grande esperienza nel settore, la qualità del nostro sistema di pavimento soprelevato, il servizio al cliente.

N: Cosa ne pensi dei social network? Li ritieni reali strumenti di passaparola tra gli utenti e di comunicazione/dialogo tra azienda e cliente?

Elena: Assolutamente sì. Oltre ad aiutare l’azienda a promuoversi in una fascia di mercato potenzialmente più all’avanguardia, i social network offrono all’azienda la possibilità di conoscere un po’ meglio gli altri. Le opinioni, i desideri, le inclinazioni delle persone traspaiono dai loro post e tweet. E questo vale tanto per i clienti affezionati quanto per quelli futuri.

N: Se dovessi descrivere Nesite con 3 aggettivi quali sceglieresti?

Elena: Professionale, competente, flessibile.

N: Tre buoni propositi a livello lavorativo e personale per il 2012?

Elena: Porterò avanti i propositi perseguiti finora: l’ascolto del cliente e la soddisfazione delle sue richieste ed esigenze per il successo di entrambi, nonché l’obiettivo di far conoscere a sempre più persone la qualità, professionalità e la competenza del team di Nesite.

N: Cosa ti aspetti per questo futuro in azienda?

Elena: Mi aspetto di crescere ulteriormente sia dal punto di vista professionale che personale. In Nesite si può!

N: Quanto è importante il mercato estero per Nesite e come pesa, se pesa, la qualità del Made in Italy?

Elena: È fondamentale! Nesite ha sempre puntato e punta tuttora all’export, intenzione dimostrata anche dalla presenza di una nostra consociata negli Emirati Arabi che ci permette di meglio seguire il ricco mercato del Medio Oriente. La mentalità aperta dell’azienda e del team che si dedica all’estero ci permette di avere un orientamento positivo alle sfide e alle diversità che si incontrano approcciando paesi e culture diverse. Inoltre, come avete sottolineato, abbiamo dalla nostra parte la qualità Made in Italy; questa sorta di aggettivo è ancora sinonimo di design, cura dei dettagli e selezione delle materie prime. Il Made in Italy rimane spesso l’elemento determinante nella scelta del cliente, che considera tale caratteristica come una garanzia.

N: C’è un progetto al quale sei particolarmente legata, che ti ha fatto crescere sul piano professionale?

Elena: Al momento non saprei indicarne uno in particolare, ma posso dire che il primo ordine che si riceve da un nuovo agente o distributore con il quale si è da poco iniziata una collaborazione è sempre soddisfacente e infonde la giusta carica per spronarti a continuare a dare il massimo ed ottenere risultati!

Ringraziamo Elena per averci dedicato un pò del suo tempo e per aver contribuito all’iniziativa: vi diamo appuntamento alla prossima intervista di “A tu per tu con Nesite” icon wink Il primo incontro di A tu per tu con Nesite